? Accordo di programma ex Camuzzi, lavori finiti ad aprile 2012

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1538

PESCARA. Termineranno ad aprile 2012 gli interventi pubblici compresi nell’accordo di programma denominato ex Camuzzi.

Si tratta della ristrutturazione straordinaria del mercato coperto di via dei Bastioni e la riqualificazione delle vie tutt’attorno all’area del mercato stesso, con un investimento complessivo pari a 300mila euro.

E’ quanto stabilito nel corso della Conferenza dei Servizi che ha determinato la firma della variante allo strumento urbanistico originario del 2006 tra Comune di Pescara e ditta Progeco Srl, per l’intervento in corso nell’area ex Camuzzi, accordo completamente rivisitato nella parte relativa all’intervento pubblico.

«A questo punto aspettiamo solo i progetti per far partire le opere», ha annunciato l’assessore allo Sviluppo del Territorio Marcello Antonelli.

150mila euro verranno utilizzati per la riqualificazione del Mercato coperto di via dei Bastioni, con interventi di manutenzione straordinaria che verranno individuati con l’assessore delegato Cardelli; 150mila euro verranno impiegati per la riqualificazione delle strade tutt’attorno al mercato, come via Orazio e la stessa via dei Bastioni, o meglio del canale di accesso e collegamento tra via Gabriele D’Annunzio e l’uscita del futuro Ponte Nuovo, con via Lago di Campotosto e via Lago di Scanno-via Aterno, con il miglioramento della viabilità, la realizzazione di una rete di piste ciclabili, il rifacimento del marciapiede in betonella e della rete fognaria.

«Sicuramente occorre dire», ha aggiunto Antonelli, «che quello in esame non è senza dubbio uno dei migliori accordi di programma sottoscritti dal Comune visto che l’interesse pubblico, che ammonta ad appena 300mila euro, è del tutto irrilevante, ma purtroppo quando abbiamo preso in mano le carte c’erano già dei contratti in essere che non era possibile modificare, dunque abbiamo solo potuto ottimizzare l’utilizzo delle risorse destinate al pubblico».

Un accordo in cui inizialmente era stata concessa al privato, «per un errore di calcolo», spiega l'assessore, una volumetria pari a 19mila 800 metri cubi, poi gli Uffici si sono resi conto dell’errore e lo stesso Consiglio comunale apportò la correzione facendo scendere la volumetria a 19mila metri cubi.

Lo scorso 19 marzo l’Ufficio Area Urbanistica-Servizio Programmi Complessi del Comune ha sostanzialmente pubblicato l’avviso di deposito presso gli uffici del Programma per la libera visione del pubblico. Dopo trenta giorni non sono pervenute osservazioni, consentendo agli stessi Uffici di procedere la risottoscrizione della variante all’accordo di programma, chiudendo definitivamente la procedura con la pubblicazione sul Bura per assumere efficacia.

«L’Accordo non dovrà tornare in Consiglio comunale perché in realtà l’intervento edilizio è lo stesso, non muta alcunché. A questo punto attendiamo solo i progetti per far partire i lavori che, come previsto nell’accordo, dovranno terminare inderogabilmente entro aprile 2012».

12/05/2011 9.23