Pescara città dello Sport, 60 mila euro per sostenere la candidatura

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2036

PESCARA. Un fondo a disposizione per le spese urgenti per la candidatura di Pescara “Città europea dello sport 2012”

 

 

Il fondo è pari a 60mila euro e servirà al Comitato promotore e organizzatore ed è stato istituito dalla giunta comunale e approvato dalla Commissione consiliare sport e cultura per avviare i primi interventi di promozione dell’evento.

A questa somma si aggiungeranno i 77mila 400 euro messi a disposizione dal Coni in termini di servizi e professionalità, e i contributi che dovranno essere erogati dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Pescara.

Dopo la presentazione ufficiale della candidatura di Pescara, che dovrà vedersela con città come Firenze e Viterbo, è ufficialmente cominciata la corsa al titolo.

Un meccanismo che ricalca molto quello dei recenti Giochi Del Mediterraneo che tanto hanno fatto discutere e molte ombre mai dissipate ha generato, un sistema evidentemente rodato che ora servirà a mettere in moto una nuova macchina che assorbirà finanziamenti pubblici in nome di una visibilità che –propaganda a parte- con i Giochi del Mediterraneo non c’è stata.

«Oltre al Piano degli investimenti già sostenuti per il miglioramento, l’ammodernamento e, in alcuni casi, la realizzazione ex novo di impianti in vista dei Giochi, Pescara», ha spiegato il sindaco Albore Mascia, «ha presentato anche un planning dettagliato per i prossimi anni, partendo dagli eventi che abbiamo già programmato di ospitare e dagli investimenti che effettueremo entro il 2012. Nel corso del 2011 il capoluogo adriatico ospiterà l’Ironman European championship Triathlon, il Polo sulla spiaggia, il Beach Rugby, il Paddle, il Buddmington Racketon, il Beach Tennis e lo Sci Nautico, eventi già calendarizzati; nel 2012 avremo gli Assoluti di Nuoto, la Coppa Davis, i Campionati Italiani di Atletica, il Trofeo Matteotti e i Mondiali di Beach Volley, appuntamenti che potranno sicuramente essere rinforzati con altre iniziative».

L’idea della giunta Mascia è quello di incoraggiare le società private «a sostenere lo sport non solo come attività agonistica ma anche come veicolo di coesione sociale e di miglioramento della qualità della vita e della salute dei cittadini».

A livello infrastrutturale, sono stati previsti anche ulteriori investimenti fino al 2012 per circa 6 milioni di euro che andranno ulteriormente a valorizzare le opere presenti per renderle idonee a ospitare «eventi di rilevanza internazionale».

In particolare sono stati previsti la realizzazione della palestra per attività ludico motorie e per la disciplina della scherma, per 550mila euro; la costruzione della nuova palestra in via Salara Vecchia, 1milione di euro; la copertura dei campi del Circolo Tennis, 850mila euro; la realizzazione di impianti tecnologici presso il complesso sportivo degli ex Gesuiti, 470mila euro; la costruzione della palestra per attività ludico motorie e adeguamento delle strutture nei quartieri Castellamare e Colli, 200mila euro; l’adeguamento e l’ammodernamento dei campi sportivi da calcio, 400mila euro; la manutenzione straordinaria dei palazzetti e delle palestre, 750mila euro; interventi di adeguamento alle norme antisismiche in vari impianti sportivi, 950mila euro; la sistemazione dei campetti rionali, 550mila euro; opere alle quali si aggiunge la realizzazione dello Stadio del Mare già effettuata nel maggio 2010, con un investimento pari a 260mila euro.

«Il nostro obiettivo – ha continuato il sindaco Albore Mascia – è quello di capitalizzare gli investimenti operati per i Giochi e, al tempo stesso, accedere a nuovi fondi comunitari».

 20/09/2010 7.47