Corso Vittorio Emanuele, rapina in gioielleria da 200 mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3009

PESCARA. Una rapina è stata compiuta nella tarda mattinata di martedì, poco prima dell'orario di chiusura, nella gioielleria Pace di Pescara.

Tre persone a volto scoperto sono entrate nel negozio, in corso Vittorio Emanuele, e uno di loro, pistola in pugno, ha intimato al titolare di aprire la cassaforte. Dopo che l'uomo ha consegnato tutti i gioielli contenuti nel caveau (una prima stima parla di 200 mila euro di refertiva), i malviventi hanno imbavagliato lui e la commessa con del nastro adesivo, poi sono fuggiti a piedi. Probabilmente in auto ad attenderli c'era un quarto complice. Quando è riuscito a liberarsi, il gioielliere ha chiamato il 112. I carabinieri della Compagnia di Pescara, diretti dal capitano Salvatore Invidia, hanno avviato le ricerche dei rapinatori, finora senza esito. I militari hanno acquisito le immagini delle telecamere a circuito chiuso del locale. Non è la prima volta che la Gioielleria Pace viene presa di mira da rapinatori.

19/04/2011 16.56