Del Turco: sciopero avvocati, processo rinviato.Ex presidente: «non voglio la prescrizione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2559

Del Turco: sciopero avvocati, processo rinviato.Ex presidente: «non voglio la prescrizione»
PESCARA. C’è ancora da aspettare per l’avvio del processo. L’ex presidente in aula: «non voglio la prescrizione per questo processo».

E' stata rinviato al prossimo 29 aprile, a causa dello sciopero degli avvocati, il processo relativo all'inchiesta Sanitopoli, che il 14 luglio 2008 ha portato in carcere, tra gli altri, l'ex presidente della regione, Ottaviano del Turco, presente oggi in aula.

Ad apertura di udienza, il legale del curatore fallimentare di Villa Pini ha presentato richiesta di costituzione di parte civile nei confronti di Del Turco, dell'ex manager della Asl di Chieti, Luigi Conga, degli ex assessori regionali Bernardo Mazzocca e Antonio Boschetti, di Angelo Bucciarelli, dell'ex capogruppo del Pd alla regione Camillo Cesarone, del parlamentare del Pdl Sabatino Aracu, dell'ex direttore dell'agenzia sanitaria regionale, Francesco Di Stanislao, di Pierluigi Cosenza e dell'ex segretario dell'ufficio di presidenza della regione, Lamberto Quarta. In aula oltre a del Turco erano presenti anche Bucciarelli e Di Stanislao.

Al termine dell'udienza, l'ex presidente della Regione ha detto di essere «molto sereno».

«Sono tre anni - ha dichiarato - che aspettavo questo giorno. Sarò presente a tutte le udienze e non perderò una. Molti - ha proseguito Del Turco - sono convinti che questo processo era già stato fatto. Spero che abbia tempi brevi».

 L'ex governatore ha aggiunto di «non voler sentire parlare di prescrizioni per questo processo».

Ieri, sempre a causa dello sciopero degli avvocati, è saltato anche il processo a carico dell'ex sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso e delle altre 23 persone rinviate a giudizio, nel febbraio scorso, nell'ambito dell'inchiesta su presunte tangenti negli appalti pubblici al Comune. Il processo avrebbe dovuto prendere il via proprio ieri mattina. Tra gli imputati figurano l'ex braccio destro di D'Alfonso, Guido Dezio e gli imprenditori Carlo e Alfonso Toto

15/04/2011 13.32