INCROCIO PERICOLOSO

Pescara, rivoluzione alla viabilità del centro. Tutte le modifiche

Del Vecchio: «frutto di un anno di lavoro»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2638

Pescara, rivoluzione alla viabilità del centro. Tutte le modifiche

PESCARA. Novità in arrivo per gli automobilisti pescaresi. L'amministrazione comunale di Pescara ha infatti messo a punto una serie di modifiche che riguarderanno la mobilità nel centro della città e, nello specifico, il quadrilatero che interessa Via Mazzini, Via Muzii, il lungomare, viale riviera e Corso Vittorio Emanuele nella parte finale di Via Silvio Pellico.

I dettagli dell'ordinanza del 18 giugno scorso sono stati illustrati, questa mattina, dall'assessore comunale alla Mobilità, Enzo Del Vecchio, e dal capogruppo del Pd, Marco Presutti. L'attuazione completa delle modifiche avverrà entro la prossima settimana.

Nello specifico, l'ordinanza prevede l'inversione del senso di marcia attuale del tratto di Via Mazzini compreso tra l'incrocio con Viale Regina Margherita e l'intersezione con Viale Riviera Nord, con l'istituzione della nuova direzione di percorrenza monti-mare; l'inversione del senso di marcia attuale del tratto di Via De Amicis compreso tra l'incrocio con Via Regina Margherita e l'intersezione con Piazza Martiri Pennesi con l'istituzione della nuova direzione di percorrenza mari-monti; l'inversione del senso di marcia attuale del tratto di Viale Regina Margherita compreso tra l'incrocio con Via Leopoldo Muzii e l'intersezione con Via De Amicis con l'istituzione della nuova direzione di percorrenza nord-sud; l'inversione del senso di marcia attuale del tratto di Via Cesare Battisti compreso tra l'incrocio con Via Quarto dei Mille e l'intersezione con Via Leopoldo Muzii con l'istituzione della nuova direzione di percorrenza sud-nord.

 Tra le novità previste anche l'inversione del senso di marcia attuale del tratto di Via Quarto dei Mille compreso tra l'incrocio con Corso Vittorio Emanuele e l'intersezione con Via Cesare Battisti, con l'istituzione della nuova direzione di percorrenza monti-mare; l'inversione del senso di marcia attuale di Via Minghetti/ Piazza Muzii per il tratto compreso tra l'incrocio con Viale Regina Margherita, il tratto di Piazza Muzii che costeggia il lato nord del mercato coperto e lo sblocco su Piazza Michele Muzii, con l'istituzione della nuova direzione di percorrenza mare-monti; l'istituzione del senso di marcia antiorario delle strade che perimetrano Piazza Santa Caterina da Siena.

«Queste modifiche - ha spiegato Del Vecchio- sono il frutto di un anno di studi e anche di analisi del traffico e delle istanze dei cittadini, degli operatori commerciali e dei portatori di interesse. Abbiamo quindi attuato un intervento su situazioni d'interesse, tra cui il ripristino dei sensi di marcia univoci all'interno del quadrilatero, a fronte dell'esistenza attuale di sensi di marcia contrapposti che non vanno a favore della viabilità. Il criterio - ha aggiunto - è stato quello di aumentare la permeabilità di un quartiere che non è solo residenziale, e quindi da proteggere dal traffico passante, ma anche commerciale e di servizio, che quindi dovrebbe essere accessibile anche alle persone che ne utilizzeranno i servizi, per le quali occorre rendere meno difficoltoso l'accesso e l'attraversamento».

«Si tratta di un progetto che interessa un’area che negli ultimi anni è stata bersagliata da cambi di circolazione viaria da un giorno all’altro – così il capogruppo del gruppo di maggioranza Marco Presutti - con la conseguenza dell’impercorribilità di un’area con molte funzionalità per le professioni e per le varie utenze. In questo modo si da quindi un contributo alla ripresa dell’economia cittadina nella sua area centrale. Vorrei sottolineare inoltre l’importanza del metodo, perché il progetto non è stato frutto di incontri ristretti con persone e sigle di categoria, ma frutto di una rilevazione scientifica del sistema veicolare che affluisce su queste strade e del dato delle persone che transitano e di cosa realmente succede con il cambio di marcia di Via Mazzini: abbiamo rilevato che il flusso di macchine rimane lo stesso. Ciò significa che le persone si reimmettono su Via Mazzini dalla riviera e poi su Via Regina Margherita».

C’è stato anche il confronto con i cittadini e i portatori d’interesse in maniera pubblica, ha spiegato Presutti, «con l’ascolto delle loro ragioni e con la proposta di un piano complessivo che in attesa della rivisitazione non avrà variazioni. Si tratta di una visione generale a favore della ripresa delle attività economiche, realizzata con l’ascolto delle esigenze dei singoli cittadini. E’ servito un anno per arrivare a questo, e abbiamo inoltre avuto bisogno di professionalità esterne. Con i soldi della Regione abbiamo inoltre acquistato due macchine per la rilevazione del traffico».