Bilancio, Pd denuncia aumenti delle tariffe e tagli al sociale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1802

Bilancio, Pd denuncia aumenti delle tariffe e tagli al sociale
PESCARA. «La maggioranza non ha percezione di cosa vivono le famiglie pescaresi in questo periodo, altrimenti non avrebbero fatto questo bilancio».

«Tagli al sociale», «aumento delle tariffe», «esenzioni eliminate». Questi i problemi denunciati oggi in conferenza stampa dal capogruppo del Pd, Moreno Di Pietrantonio e che saranno oggetto di una «campagna informativa» preparata per il mese di aprile attraverso l’affissione di centinaia di manifesti in tutta la città.

In aula invece, con ben 750 emendamenti presentati, il Pd cittadino sarà pronto a dare battaglia sul bilancio 2011 in discussione in consiglio comunale da martedì prossimo.

«Alcuni di questi hanno anche la funzione di contrattazione», ha rivelato Di Pietrantonio, «ma andremo fino in fondo perché non ci sono margini per la trattativa».

Il punto più contestato per ora (visto che l’analisi della documentazione del bilancio è impresa lunga) è l’aumento delle tariffe. Secondo lo studio del Pd, verranno aumentate del 50% le tariffe dei parcheggi e dei diritti d’asta del mercato ittico. Mentre del 25% quelle per gli impianti sportivi e per gli spazi culturali. Non manca un più 10% per le mense scolastiche.

«L’aumento dei parcheggi, secondo nostri calcoli», ha sottolineato il consiglieri Gianluca Fusilli, «dovrebbe far lievitare le entrate del comune di 7-800 mila euro».

«E’ stata eliminata l’esenzione per gli asili nido», ha rimarcato con forza il capogruppo, «per le famiglie senza reddito. Perché? Perché dicono che sono aumentate le famiglie povere».

Stando ai rilievi dell’opposizione cittadina, l’amministrazione comunale avrebbe operato un taglio di 800 mila euro ai servizi sociali. «E’ stato fatto il centro sociale a piazza Grue, quello autogestito?», ha detto Di Pietrantonio, «bene, non c’è una lira però».

«Non abbiamo bisogno di consulenti all’immagine in questo momento», ha dichiarato il consigliere Gianluca Fusilli, «e nemmeno di consulenti dei consulenti: dobbiamo investire tutto sul sociale». «Se il bilancio della nuova amministrazione avrà come priorità condivisa il sociale, allora basterà una seduta per approvarlo, altrimenti…».

Sul fronte delle entrare invece, il Pd rileva un consistente aumento nelle previsioni 2011 derivante dalla valorizzazione degli immobili di proprietà del Comune che conta di intascare dagli affitti  circa 500 mila euro in più dell’anno scorso, passando da 350 mila a 900mila euro.

 m.r.   02/04/2011 9.54