Tragedia in famiglia: figlio strangola il padre

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3717

LORETO APRUTINO. Avrebbe strangolato il padre mentre era in preda all’ira, dopo una violenta discussione.

Sarebbe andata così almeno da quanto trapela dalle prime indiscrezione la dinamica della tragedia che ha investito Loreto Aprutino questa mattina.

 Paolo Cocchini, 47 anni, di Loreto Aprutino, meccanico disoccupato, celibe, in cura per stati depressivi avrebbe strangolato fino a soffocarlo il padre,  Vincenzo Cocchini, 76 anni, vedovo, pensionato. L'omicidio e' avvenuto stamani nell'abitazione dell'anziano, col quale il figlio viveva, in contrada Pollante.

Qualcuno ha avvisato il 118 ma i sanitari hanno potuto constatare l'avvenuto decesso. La vittima sarebbe stata strangolata in cucina, dove sarebbe nata una discussione sul posizionamento di una sedia.

Un altro figlio di Vincenzo Cocchini, che abita nel piano di sotto della stessa abitazione, avrebbe poi avvisato i carabinieri. Il presunto parricida, che avrebbe fatto gia' parziali ammissioni, e' stato trovato a poca distanza da casa, in stato confusionale. E' accusato di omicidio aggravato. Oltre ai carabinieri di Loreto Aprutino sono intervenuti anche quelli della Compagnia di Montesilvano.

 Le indagini sono coordinate dal Pm di Pescara Mirvana Di Serio.

 30/03/2011 12.50