Aca: «nessuna risposta sui lavori fermi a Spoltore»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1527

SPOLTORE. I cittadini di via S. Lucia incrocio con via Sangro a Spoltore si chiedono come mai i lavori per la realizzazione delle fogne siano fermi.

Cos'è che non fa ripartire e concludere i lavori?

Erano iniziati con molta celerità ed altrettanto celermente sembravano proseguire. Poi, raccontano, a seguito di una serie di valutazioni, si è deciso prima di rivedere il progetto prevedendo delle varianti, e poi di sospendere i lavori con l'intento di riprendere subito, ed invece, a distanza di mesi, tutto è fermo.

In alcuni incontri promossi dal consigliere comunale della zona Paolo De Amicis, i referenti ed i tecnici dell’Aca che operano nella zona avevano rassicurato e garantito che tutte le problematiche erano risolte, che prima di Natale 2010 si sarebbero conclusi i lavori e che la rete fognaria sarebbe stata funzionante. 

«Invece nulla di tutto ciò è accaduto», raccontano i residenti, «ma la cosa più irritante è che nessuno dà delle risposte».

I cittadini della zona avevano apprezzato molto la celerità con cui  l’Aca  aveva avviato e portato avanti i lavori e di quanto velocemente progredisse la realizzazione di questo tratto di rete fognante, atteso da oltre 20 anni. L

avoro promesso per tanti anni, oggetto di diverse campagne elettorali a livello comunale, provinciale e non solo, ed ora che finalmente l'opera stava per essere compiuta, di nuovo è intervenuto qualcosa a bloccare i lavori. Un qualcosa che, però, non trova giustificazioni tra i comuni cittadini, che si vedono ancora una volta illusi.

«Questa volta non potrà esserci nessuna scusante», sostiene De Amicis: «ci sono verbali della terza commissione consiliare del Comune di Spoltore in cui, alla presenza dei vari componenti, si sono avute delle conferme dall’Aca secondo cui  i lavori sarebbero stati conclusi prima della fine del 2010. Ora  chiediamo anche all’amministrazione comunale di Spoltore di adoperarsi ulteriormente affinché queste tanto agognate fogne vengono completate».

In caso contrario  il consigliere di zona è pronto a portare  nel primo consiglio comunale utile una mozione  da mettere a votazione in cui si  chiederà al comune di uscire dal consorzio Aca.

23/03/2011 12.53