Stazione e area di risulta nel degrado:«pessimo biglietto da visita»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2053

PESCARA. L’area di risulta nel degrado tra buche, pozzanghere, sporcizia: e non è un bel biglietto da visita.

Lo fa notare il Partito democratico che ha scattato qualche foto a corredo di alcune note di diversi consiglieri comunali per attirare l’ettenzione della aministarzione comunale.

«La stazione si presenta subito male», dice Antonio Blasioli, «con una scala mobile ormai non funzionante da mesi, con un bagno a piano terra usufruibile solo a pagamento (50centesimi), con un servizio di bar e ristorazione che cessa la sua attività alle 21.00 di sera, ma quel che è peggio è quello che si vede uscendo dalla stazione. Da un primo sguardo d’insieme, infatti, i turisti potrebbero confondersi e pensare di essere arrivati in una città appena bombardata, ma gli autisti degli autobus di linea (GTM, ARPA e Panoramica) sanno bene che è la situazione che si verifica ormai da mesi e che sono rimaste inascoltate le loro richieste rivolte all’Amministrazione Comunale».

 La corsia preferenziale, prolungamento di Via De Gasperi che fa da ingresso nell’area della ex stazione, presenta crateri ed avallamenti che denotano abbandono e mancanza di manutenzione.

«In alcune buche è presente addirittura corrente e tubi, scoperti, sono alla portata di tutti (vedi foto)», dice Blasioli, «ciò che più sconvolge è che queste buche si trovano proprio sopra la corsia preferenziale dei mezzi pubblici, alla faccia dell’aumento della velocità commerciale degli autobus e del consequenziale utilizzo dei mezzi del Trasporto Pubblico Locale. Il paradosso? Nei giorni scorsi, come si vede dalle foto, il Comune ha provveduto a ritracciare le linee gialle di delimitazione della corsia, senza prima preoccuparsi delle condizioni in cui la stessa si trovava».

Su corso Vittorio Emanuele il marciapiede è danneggiato in più punti.

Il punto di attesa degli autobus extraurbani ha una pensilina, ma non ha più una panchina e nella corsia preferenziale lato C.so Vittorio Emanuele, che scorre verso sud, ha degli alberi che non vengono potati da mesi e ne consegue che gli autobus a due piani non possono utilizzarla, e sono costretti ad invadere la corsia riservata alle auto. 

 «Che dire poi dell’area verde prossima alla sede dell’APTR, piena di rifiuti accantonati agli angoli», conclude Blasioli..

Altro sopralluogo stamane dei consiglieri Moreno Di Pietrantonio, Giuliano Diodati, Alberto Balducci che aggiungono altri dettagli insieme a qeulli emersi dalla commissione infrastrutture che pure ha svolto un sopralluogo.

«Occasione ulteriormente utile, quella del sopralluogo odierno», commentano i consiglieri Pd, «per ricordare al sindaco Albore Mascia e alla sua Giunta che il Centro di informazione turistica cittadino è ancora situato all’interno dei silos della vecchia stazione, mentre da ben due anni se ne aspetta il trasferimento nella struttura dell’Urban Center di piazza della Rinascita (piazza Salotto). Ovviamente, oltre che creare il punto informativo, sarebbe auspicabile che l’amministrazione abbia anche delle proposte turistiche sulle quali dare indicazioni. Siamo a fine marzo e la stagione turistica è alle porte: preparare le strutture ricettive della nostra città per il settore economico che, per vocazione naturale, la contraddistingue è una delle priorità improrogabili».

Per il Pdl le notazioni del Pd sono «sorprendenti» specie perché arrivano dall’ex assessore al traffico della giunta D’Alfonso. Sempre per il centrodestra le buche c’erano anche nel periodo in cui governava il centrosinistra.

18/03/2011 16.23