Il fallimento del parcheggio di via Misticoni, in due mesi persi 11mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1859

PESCARA. Zero abbonamenti contratti e solo 183 euro incassati, a fronte di una spesa di oltre 500euro.

Sono questi i numeri del parcheggio di via Misticoni che, secondo il consigliere comunale del Pd Antonio Blasioli, ‘parlano’ chiaro e contrastano le «false comunicazioni ai cittadini», come quelle contenute nei nuovi manifesti di Pescara Parcheggi. La politica dei parcheggi e della sosta dell’Amministrazione Mascia continua a fare male a Pescara», sottolinea il consigliere, puntualizzando che anche nel secondo mese di attività sono impietosi i numeri del parcheggio coperto di Via Misticoni.Dati alla mano (quelli che Blasioli ha chiesto al direttore generale del Comune Stefano Ilari) l’esponente del Pd illustra i costi del parcheggio. Nel mese di gennaio l’incasso mensile è stato di 116 euro, gli abbonamenti pari a zero. Zero abbonamenti anche a febbraio, con un incasso di 183 euro.

Il totale dei ricavi, dunque, è stato di 299 euro. Di contro i costi. Per coprire un turno giornaliero che va dalle ore 7 alle ore 20 nel parcheggio sono impiegati due operatori. Il costo complessivo è di 15 euro a ora per 13 ore per 30 giorni = 5.850 euro. A questo bisogna aggiungere costi di luce e pulizia non meglio precisati. Si fa presto a fare un bilancio: 5.7234 euro (senza considerare i costi aggiuntivi di luce e pulizia) persi a gennaio, 5.667 euro a febbraio. In soldoni – denuncia l’esponente del Pd - quel parcheggio vuoto ha recato un deficit per Pescara Parcheggi e per il Comune di Pescara di 11.401 euro in soli due mesi. Antonio Blasioli ricorda che solo un mese fa l’assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli annunciava che avrebbe rivisto la tariffa di quel parcheggio, ma ad oggi nulla è stato fatto, nessuna revisione delle modalità di utilizzo, nessun cartello indicatore della presenza del parcheggio è stato apposto, nessuna idea di collegamento con una navetta.

«Nulla di nulla – puntualizza il consigliere di opposizione - solo perdite gravi per le finanze della società che poi mette le mani in tasca ai cittadini per recuperare».

Ma quella del parcheggio di via Misticoni non è l’unica fonte di critica da parte del consigliere del Pd. Blasioli ne ha anche per il parcheggio di via Bologna (largo Inps), dove gli incassi nel mese di gennaio e febbraio superano di pochissimo i costi di gestione, con un guadagno sulle 2.000 euro nel bimestre.

«Registriamo quindi ancora una volta l’accanimento terapeutico di questa Amministrazione – conclude Blasioli - che, se lasciasse libero il parcheggio per i dipendenti di Comune, Provincia ed Inps, ne avrebbe un significativo risparmio di traffico ed inquinamento».

 12/03/2011 11.18