A Popoli«Indennità del consiglio comunale a favore di 3 nuovi vigili urbani»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1260

LA PROPOSTA. POPOLI. Nuovi vigili urbani per far fronte alle esigenze del Comune? Non ci sono soldi, si è spesso ripetuto.

Così il comitato 'Trasparenza e Legalità' ha escogitato un modo per racimolare soldi.

Dove prendere gli euro necessari per l'assunzione dei vigili? La pianta organica ne prevede 6 totali, invece ve ne sono appena 3.

«Se ci fosse una difficoltà per reperire le coperture», dice Giovanni Natale del comitato, «suggeriamo di prenderle dalle indennità dei consiglieri e del sindaco che in totale equivalgono a circa 4.400 euro lordi, cioè 52.000 euro all'anno, 208.000 euro per tutto il mandato. Un vigile», continua Natale, «costa circa 15 mila euro l'anno. Totale: i 3 vigili costerebbero 45.000 euro per anno. Avanzano anche 7.000 euro...»

«In pratica», dicono dal comitato, «con un atto di generosità, senza alcun sacrificio, dei nostri amministratori che dovrebbero rinunciare a 400 euro mensile di indennità risolveremmo il problema dei vigili e avremmo ben 3 posti di lavoro».

«Poi», ipotizza ancora Natale, «se consideriamo le ovvie entrate provenienti dalle multe, abbiamo anche una bella somma per aiutare le famiglie in povertà, anziani in difficoltà. Facendo l’ipotesi minima minima di 3 multe al giorno di 30 euro l'una, avremmo un introito all’anno di circa 44.000 che sommati ai 7.000 avanzati, sono oltre 50.000».

L'invito del comitato è rivolto a tutte le forze politiche e sindacali, «affinché si assumano le proprie responsabilità anche in base alla grave situazione occupazionale della nostra cittadina: 3 giovani a lavorare farebbero male? Un gruzzolo per i bisognosi fa male?».

Funzionerà questa trovata?

 14/09/2010 9.53