Intesa con ministero per progettazione bonifica sito di Bussi: stanziati 3mln

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1732

Intesa con ministero per progettazione bonifica sito di Bussi: stanziati 3mln
BUSSI. Via libera della Giunta regionale all'accordo di programma per la definizione degli interventi e messa in sicurezza del sito di Bussi sul Tirino.

 Su proposta dell'assessore all'Ambiente, Mauro Di Dalmazio, la Giunta in seduta straordinaria ha autorizzato l'assessore a firmare lunedì prossimo l'accordo di programma con il ministero dell'Ambiente e gli enti locali (Province di Chieti e Pescara, Arta e comuni del comprensorio della Val Pescara) interessati al processo di riqualificazione.

 L'accordo di programma, finanziato per 3mln di euro dal Ministero e 100mila dalla Regione, prevede l'elenco degli interventi e i soggetti attuatori.

 Nello specifico, le misure di prevenzione e interventi di messa in sicurezza (costo 100 mila euro) spettano ai Comuni; il Piano di caratterizzazione e indagine integrative successive (costo un milione 100 euro) spetteranno all'Arta e alle Province di Pescara e Chieti; la progettazione ed esecuzione degli interventi (costo 970 mila euro) spettano ai comuni e all'Arta; l'attività di istruttoria e verifica interventi (costo 30 mila euro) spettano alla Regione e all'Arta e infine le attività di ispezione e controlli spettano alle Province di Chieti e Pescara, all'Arta, e agli enti strumentali con la partecipazione della Regione. Fin qui il piano dettagliato che sarà operativo già da lunedì. Ci sarà poi una seconda fase, più completa e tecnica, per il recupero del sito con lo stanziamento da parte del governo di 50 milioni di euro.

 La somma è inserita nel decreto Milleproroghe in discussione in Parlamento, ma fa parte di quelle norme che la Presidenza della Repubblica ha definito "improprie" e dunque soggette a scorporo dalla legge di ratifica del decreto.

«E' questa una circostanza secondaria - ha spiegato Di Dalmazio - nel senso che se anche lo stanziamento non dovesse entrare nel Milleproroghe, il governo e il ministero dell'Economia hanno assicurato al presidente Chiodi che la destinazione dei 50 milioni verrà riproposta in un altro disegno di legge. Su questo punto i soldi ci sono e saranno comunque destinati a Bussi».

«Si tratta di un atto importante che di fatto avvia il percorso di recupero del sito di Bussi sul Tirino - ha commentato l'assessore all'Ambiente -. Sul piatto dei finanziamenti ci sono 3 milioni 100 mila euro che serviranno per la caratterizzazione e bonifica delle aree comprese nel sito. Si tratta di finanziamenti certi che saranno operativi e a disposizione degli enti locali subito dopo la firma di lunedì al ministero dell'Ambiente»

25/02/2011 14.59