Falso commercialista arrestato, respinge le accuse e va ai domiciliari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3365

PESCARA. Ha negato ogni addebito Giacomo Bellini, il falso commercialista di Pescara, arrestato, mercoledì, al casello autostradale di Brecciarola.

L'uomo deve rispondere dei reati di appropriazione indebita e truffa. Bellini, assistito dall'avvocato Loredana Di Mattia, è stato interrogato nel pomeriggio di ieri nel carcere di San Donato, dal gip del Tribunale di Pescara, Luca De Ninis.

L'uomo ha anche negato di essere pronto a fuggire in Argentina. Ha dichiarato al giudice di avere nel paese sud americano dei parenti, da cui voleva recarsi per "ritemprarsi" dopo gli ultimi avvenimenti. Al termine dell'audizione, l'avvocato Di Mattia ha presentato istanza di revoca o sostituzione della misura cautelare. Secondo l'accusa, Bellini avrebbe intascato i soldi dei contribuenti - circa un milione di euro - a cui si offriva di pagare le tasse.

L'inchiesta della Procura di Pescara era stata avviata lo scorso gennaio, quando i finanzieri hanno iniziato a ricevere una serie di denunce di contribuenti che si erano affidati al finto commercialista e consulente fiscale, per il pagamento delle tasse e dei vari contributi previdenziali ed assistenziali, nonché in alcuni casi per la tenuta della contabilità di attività commerciali.

In realtà, quei pagamenti non sarebbero stati mai effettuati come accertato dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria Guardia di Finanza di Pescara.

Il metodo adottato è sostanzialmente lo stesso per tutti: il Bellini si faceva consegnare dai vari contribuenti il denaro da versare all’erario e poi non effettuava il pagamento, trattenendosi l’intera somma per fini personali.

Un dramma senza fine per i cittadini truffati che si sono rivolti alla Guardia di Finanza di Pescara, in alcuni casi anche solo per avere consigli sulla propria posizione fiscale.

AI DOMICILIARI 

Il gip del tribunale di Pescara, Luca De Ninis, ha accolto l'istanza del difensore di Bellini, Loredana Di Mattia, e ha concesso i domiciliari a Bellini in quanto «è diminuita l'intensità delle esigenze cautelari».

25/02/2011 8.41

*L'ARRESTO DEL FALSO COMMERCIALISTA