Comune Pescara, sindacati contro bilancio di previsione 2011

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1459

PESCARA. Associazioni denunciano taglio fondi destinati al sociale Pescara.

Taglio dei fondi destinati al sociale, aumento delle tasse e dei costi di alcuni servizi.

E' l'allarme lanciato da Cgil, Cisl e Uil e dalle federazioni pensionati degli stessi sindacati che, analizzando il "Bilancio di previsione 2011" del Comune di Pescara, denunciano una riduzione di circa un milione e 300mila euro delle spese per le politiche sociali e minacciano una mobilitazione di massa.

Se lo scorso anno, infatti, i fondi per le politiche sociali ammontavano a 10.549.470 euro, nel bilancio di previsione la spesa è 9.258.917.

A fronte della drastica riduzione sul sociale, sottolineano i sindacati, vengono incrementate le spese per il Gabinetto del sindaco, per un totale di circa 300mila euro, e quelle per la pubblica illuminazione, per un milione e 300mila euro.

Per i sindacati, inoltre, i cittadini «avranno meno servizi in una città e in una regione in cui la povertà è aumentata di tre punti in tre anni».

La nuova impostazione, secondo il segretario provinciale Cisl Umberto Coccia, «colpirà i punti cruciali», come ad esempio gli asili nido, la refezione scolastica, le case di riposo, il mercato coperto, il mercato ittico e gli impianti sportivi, in una città - aggiunge - «senza una vera e propria casa di riposo per anziani, che vengono parcheggiati in modo del tutto discutibile».

«Non è possibile accettare un'impostazione di bilancio di questo tipo - afferma Paolo Castellucci della Cgil -. Se non si rivedranno le spese convocheremo e mobiliteremo lavoratori e pensionati, ovvero la fascia che più sta soffrendo e che dobbiamo tutelare, coinvolgendo anche tutti i capigruppo del Consiglio comunale. In un periodo particolare come questo - conclude - le priorità devono essere quelle sociali».

Intanto martedì prossimo il sindaco ha convocato una riunione (ore 16,30) con i sindacati aperta anche ai giornalisti, «un’operazione ‘verità’ sul bilancio 2011», sui finanziamenti previsti realmente nella manovra finanziaria, sugli investimenti che si intendo effettuare e sui «presunti tagli».

«Siamo riusciti a mettere a punto una manovra finanziaria impeccabile e virtuosa», ha replicato Mascia, «fronteggiando in ogni dettaglio le minori entrate derivanti da una riduzione dei trasferimenti dalla Regione e dallo Stato, e senza attendere il federalismo fiscale, come invece hanno deciso di fare altri Comuni, sperando in un’iniezione di fondi. Noi abbiamo invece deciso di procedere e già per la prossima settimana contiamo di portare il bilancio in giunta e subito dopo, concluso il giro nei quartieri, in Consiglio comunale. Prima ancora però, di concerto con l’assessore alle Finanze Eugenio Seccia, ho deciso di incontrare personalmente i sindacati per una definitiva ‘operazione verità sul bilancio, dopo aver sentito negli ultimi giorni sfornare ogni genere di numeri e cifre».

14/02/2011 8.29