Riperimetrazione Pineta dannunziana, oggi la discussione torna in Consiglio comunale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1345

PESCARA. Oggi il caso della riperimetrazione della Pineta dannunziana torna in Consiglio comunale con due ordini del giorno, uno firmato da Sospiri e l'altro da Acerbo.

Nelle scorse settimane non sono mancate polemiche per la decisione assunta dal Consiglio regionale che ha allargato i confini della pineta di 29 ettari. Il Consiglio comunale di Pescara si è sentito escluso e scavalcato dai colleghi della Regione ma oggi il dibattito torna a Palazzo di Città.

In un ordine del giorno che porta la firma di Lorenzo Sospiri e Armando Foschi (Pdl) si chiederà un supplemento di confronto con la Regione «per migliorare e approfondire la legge regionale» e «per definire ulteriormente l’area destinata alla sede regionale della Rai».

Lo stesso sindaco Luigi Albore Mascia ha aperto un confronto con il presidente Gianni Chiodi per valutare un ulteriore momento di riflessione sul provvedimento legislativo.

«In sostanza», ha spiegato Sospiri, «chiederemo l’istituzione di un fondo regionale alla quale attingere per sostenere il Comune negli investimenti e nelle iniziative necessarie per attrezzare la Riserva Naturale dannunziana».

Il consigliere di Rifondazione, Maurizio Acerbo, proporrà invece un documento di condivisione della riperimetrazione per verificare quale sia la volontà dell’assemblea civica. «Nell’occasione l’assessore Antonelli potrà anche spiegarci quali interessi sta difendendo».

L'esponente di Rc sostiene, infatti, che sull’ ampliamento del perimetro della Riserva  vi sia «qualcuno» che sta creando un polverone «al solo scopo di difendere gli interessi dei costruttori che hanno acquisito negli anni aree che non erano destinate all’edilizia privata. Si tratta di un giochetto che ha caratterizzato la storia di Pescara quello di trovare in Comune amici che rendessero successivamente , magari con il recepimento di una osservazione, di un emendamento o di un accordo di programma tali aree edificabili».

07/02/2011 8.41

 * LA PINETA DIVENTA PIU' GRANDE