Gli studenti di architettura ridisegnano Città Sant'Angelo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2422

CITTA' SANT'ANGELO. Il Comune del futuro nei loro progetti di urbanistica presentati al Teatro Comunale.

CITTA' SANT'ANGELO. Il Comune del futuro nei loro progetti di urbanistica presentati al Teatro Comunale.

Un giardino floreale e un albergo diffuso nel centro storico, un grande parco fluviale con centri sportivi e un sistema di piste ciclabili sul mare.

E' la Città Sant'Angelo del futuro, immaginata dagli studenti della facoltà di architettura di Chieti-Pescara. I ragazzi del corso di Urbanistica 2 hanno collaborato con l'amministrazione angolana per "sperimentare dal vero" una serie di interventi urbanistici.

«E' importante che l'università si apra al mondo esterno», ha spiegato il docente Valter Fabietti, ordinario impegnato al dipartimento di Ambienti Reti e Territorio, «con attività accademiche come questa, che possono poi essere anche utilizzate concretamente».

I lavori sono stati illustrati al Teatro Comunale ad amministratori e tecnici del Comune, e prossimamente andranno a far parte di una pubblicazione. Saranno inoltre presentati il 18 e 19 Febbraio, nel corso della manifestazione "M'illumino con meno", sempre a Città Sant'Angelo, dedicata al risparmio energetico.

Decine di progetti hanno disegnato un comune a basso impatto ambientale, dotato di fitodepuratori, di un sistema di piste ciclabili, collegato con un ponte pedonale ai grandi alberghi di Montesilvano.

Alcuni hanno pensato a un parco agricolo che possa sfruttare la presenza del futuro Ekk, l'albergo-mercato del tipico che il Gruppo Febo sta realizzando sulla Lungofino, oppure della vecchia Bigattiera diventata una struttura ricettiva.

Grande attenzione anche al paesaggio, da valorizzare con interventi di Land Art. Uno studio sull'illuminazione nel borgo ha posto l'attenzione su colori delle luci ed elevata dispersione luminosa: un problema che si potrebbe risolvere a costo zero, attraverso il risparmio ottenuto in 10 anni installando dei led moderni, a risparmio energetico.

Nessuno dei ragazzi ha invece previsto il ponte sul Saline tra il Palacongressi e il Porto Allegro, dove sarà in effetti realizzato con i fondi Cipe su progetto della Provincia.

«Teniamo moltissimo a questa collaborazione con l'università e vogliamo che continui» ha detto il sindaco Gabriele Florindi salutando gli studenti. «Città Sant'Angelo offre molte opportunità di studio, dalla tutela del borgo storico al ripensamento dell'area marina e la collaborazione continuerà in futuro» ha assicurato Fabietti.

07/02/2011 8.30