Multe ad automobilisti pescaresi: 11.360 verbali in più rispetto al 2009

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1660

Multe ad automobilisti pescaresi: 11.360 verbali in più rispetto al 2009
PESCARA. Nel 2010, la polizia municipale di Pescara ha elevato 76.662 verbali, 11.360 in più rispetto al 2009, ma in linea con il 2008 quando furono elevate circa 76 mila multe.

Emerge dal bilancio dell'attività del Corpo, illustrato dal sindaco Luigi Albore Mascia e dal comandante Carlo Maggitti, in occasione della festa di San Sebastiano, patrono della polizia municipale. In totale, durante l'anno appena trascorso, sono stati incassati oltre 5 milioni di euro.

«L'incremento del numero delle sanzioni - ha osservato il sindaco Mascia - non deve essere interpretato come una volontà dell'amministrazione comunale di fare cassa. Molte sanzioni riguardano infatti importanti violazioni al codice della strada, come il passaggio con il rosso, l'utilizzo del cellulare mentre si guida o la guida senza cintura di sicurezza».

E’ aumentato il numero dei punti decurtati sulla patente: 38mila 146 a fronte dei 35mila 372 del 2009; ed è quasi raddoppiato anche il numero delle rimozioni, ossia 4.442 a fronte delle 2.437 del 2009, questo per una scelta precisa dell’amministrazione: «quando il Comando riceve una chiamata per un parcheggio selvaggio», ha spiegato il sindaco, «magari dinanzi a un passo carrabile o a uno scivolo per disabili o su un attraversamento pedonale non serve a nulla limitarsi a sanzionare il veicolo. Quel veicolo piuttosto va rimosso per ripristinare una condizione di legalità, per consentire al disabile di muoversi liberamente sul territorio, per permettere a tutti i cittadini di attraversare la strada in sicurezza o al singolo utente di rientrare a casa propria».

Proporzionalmente sono aumentati anche i ricorsi contro le multe: 1.118 quelli presentati dinanzi al Prefetto, 1.500 dinanzi al Giudice di Pace dinanzi ai 1.294 ricorsi complessivi presentati nel 2009. In termini di incidenti stradali i sinistri rilevati sono stati 1.051, di cui 734 con feriti, 450 solo con danni a cose, 9 prognosi riservate, e nessun incidente mortale.

Le strade con il maggior numero di incidenti sono corso Vittorio Emanuele, con 39 casi, 38 in via Marconi – ha elencato il comandante Maggitti -, 36 in via Tiburtina, 29 su viale della Riviera, 28 in via del Circuito, 25 in via Ferrari e in via Nazionale Adriatica sud e 20 in via Fonte Romana. Ma il 2010 è stato caratterizzato anche da una grande attenzione rivolta all’ambiente: 34 multe sono state comminate nel corso dell’anno per il mancato rispetto dell’ordinanza sul conferimento dei rifiuti, 16 per la violazione della raccolta differenziata, 68 per le deiezioni canine.

Inoltre nel corso dell’anno il Nucleo Commercio della Polizia municipale ha effettuato 306 ispezioni negli esercizi pubblici, elevando 443 verbali per un totale di 423mila 520,67 euro, mentre i sequestri di merce contraffatta sono stati 56 per 11mila 886 unità tra cd, dvd, occhiali e capi d’abbigliamento.

Mascia ha ricordato, inoltre, la lotta ai venditori ambulanti abusivi lungo la riviera ed il servizio di affiancamento agli operatori di Attiva nella pulizia delle strade.

«Per il primo anno abbiamo emanato e fatto rispettare l’ordinanza che, vietando il commercio ambulante sulla riviera e sulle aree di pregio, ci ha consentito di evitare di trasformare nella solita kasbah il litorale nel periodo estivo, con centinaia di ambulanti, la maggior parte dei quali abusivi».

Il primo cittadino ha aggiunto che il 2011 sarà l'anno del ripristino del turno di notte e della riapertura dei distaccamenti della polizia municipale nelle varie zone della città. Il comandante Maggitti, da parte sua, ha sottolineato che «si cercherà di incrementare ulteriormente la presenza dei vigili a piedi, come d'altra parte già si sta facendo». 

21/01/2011 8.14