Scuole e lavori. Testa e Rapposelli:«siamo stati molto bravi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1406

PESCARA. Bilancio (positivo) della giunta Testa sulla giunta Testa e l’amministrazione relativa ai plessi scolastici

Manutenzione ordinaria e straordinaria, messa in sicurezza delle scuole e degli impianti, avvio dei lavori del nuovo liceo di Montesilvano, individuazione di una sede dell'istituto Alberghiero. Sul fronte delle scuole «la giunta Testa ha agito a 360 gradi» e oggi traccia il bilancio del lavoro svolto nel 2009 e nel 2010 sottolineando con forza, e anche con orgoglio, lo stacco nettissimo che si è verificato rispetto al passato.

I numeri. Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria degli edifici (sono 72 di cui 12 in locazione), in questo primo anno la Provincia ha investito 380mila euro (a cui si aggiungono lavori di minuta manutenzione eseguiti in economia dal personale dell'ente). Per quanto riguarda invece la manutenzione straordinaria e messa in sicurezza solo negli ultimi mesi del 2009 sono stati promossi interventi per circa 500 mila euro, che sono stati suddivisi in due appalti (uno per la zona Nord e l'altro per la zona Sud).

Altri 500mila euro saranno investiti nel 2010 (il finanziamento avviene tramite mutuo e i progetti definitivi sono stati già approvati), sempre per la manutenzione straordinaria.

Le opere realizzate e in corso di realizzazione che rientrano in questa voce sono di vario genere: sostituzione di parti strutturali, risanamento di cornicioni, parapetti, pensiline e altro, sostituzione e messa in sicurezza degli infissi, sistemazione delle aree esterne, completamento delle opere di recinzione, realizzazione di impianti di videosorveglianza, rifacimento di massetti, pavimentazioni e intonaci, tinteggiatura, rifacimento degli impianti idrico sanitari, adeguamento igienico-sanitario dei laboratori specialistici, rifacimento degli impianti di adduzione e distribuzione del gas nei laboratori di chimica, rifacimento delle controsoffittature.

Vi sono altri tre interventi  in corso inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche, e cioè i lavori di risanamento strutturale della sede del liceo scientifico “Da Vinci”, quelli di completamento delle aule e della palestra dell'istituto professionale “Michetti” e l'abbattimento delle barriere architettoniche sempre al “Michetti” (in questo caso il finanziamento è dell'Inail). Da sottolineare poi i lavori che si stanno portando avanti all’“Aterno”.

«A questo punto è doveroso – hanno sottolineato in conferenza stampa il presidente della Provincia, Guerino Testa, e l'assessore Fabrizio Rapposelli – il confronto con il passato soprattutto perché siamo stati accusati di fare poco o nulla per le scuole. Faccio notare a chi ha puntato l'indice contro la giunta Testa che nel 2009, prima del nostro insediamento, non è stato contratto un solo mutuo per investimenti dalla precedente amministrazione mentre noi abbiamo contratto mutui per un milione e 326mila euro prima della fine del 2009. Il passo diverso si nota anche dagli importi dei lavori: la precedente amministrazione ha investito sull'edilizia scolastica 640 mila euro nel 2007, 886 mila euro nel 2008 e appena 88 mila euro nei primi sei mesi del 2009. Facendo due conti posso dire che siamo già a un milione e 400mila euro e non possiamo che essere soddisfatti dell'operatività dimostrata. Siamo stati accusati, poi, anche di spendere troppo per i fitti passivi delle scuole. La consigliera Allegrino finge di non sapere che sono circa venti anni, e dico venti, che la Provincia sostiene queste spese, e incolpare l'attuale amministrazione mi sembra veramente ingenuo e puerile. Veniamo criticati anche perché ci saremmo limitati alla semplice manutenzione degli edifici, come se si trattasse di poca cosa e se i problemi si risolvessero con nuove costruzioni».

Alla conferenza stampa per fare il punto della situazione ha partecipato anche il consigliere Ferdinando Di Giacomo il quale ha messo in evidenza che “certamente le scuole non rappresentavano un obiettivo prioritario della precedente amministrazione”.

Tra le prime iniziative promosse dalla giunta Testa c'è stata anche «la riduzione delle spese per l'illuminazione e per la gestione del calore nelle scuole».

«E tra le notizie positive di quest'anno», ha concluso Testa, «va assolutamente inserita l'attivazione a Pescara del liceo coreutico, presso il liceo artistico, che consentirà a una sessantina di giovani di intraprendere un nuovo ciclo di studi».

 07/09/2010 16.18

ALLEGRINO(IDV):«TESTA E’ PUERILE E INGENUO E NON RISPONDE»

        «Al posto di dare “ingenue e puerili” lezioni di maturità politica e amministrativa, il presidente Guerino Testa dia risposte sulle questioni importanti dell’edilizia scolastica provinciale, come ad esempio la mancanza di una sede per l’Istituto Alberghiero».

E’ la replica di Antonella Allegrino (Idv), che ricorda anche la mancanza della palestra all’istituto Michetti, dove i lavori citati da Testa in conferenza «non solo sono appannaggio della giunta De Dominicis, ma sono proseguiti a rilento durante tutta l’estate con uno o due operai e non cambieranno affatto la situazione dell’istituto alla riapertura, la prossima settimana».

            «Resta il fatto», aggiunge, «che l’Ente continuerà a pagare per gli affitti degli edifici scolastici non di proprietà, una cifra pari a 1.511.835,25 euro e che l’istituto Alberghiero ricomincerà le lezioni senza nemmeno un’ipotesi circa la sua sistemazione definitiva, argomento su cui per un anno e più Testa e l’assessore Rapposelli hanno continuato ad evitare di rispondere, malgrado le diverse interrogazioni da me presentate in Consiglio Provinciale e su cui, pare, si preparino solo soluzioni temporanee e dunque insoddisfacenti.             “Ingenuo e puerile” è presentarsi come il nuovo e il cambiamento e poi cantare vittoria ai quattro venti, attribuendosi il merito di progetti di ordinaria e straordinaria amministrazione per lo più attivati dall’amministrazione precedente, avendo ereditato di sana pianta, nel 2009, le previsioni di accensione dei mutui in corso, nel bilancio lasciato dal centrosinistra alla fine della legislatura».

«Purtroppo, a parte risposte piccate», conclude, «continuiamo a non vedere un piano serio di intervento su questa realtà, che il primo anno di Testa ha lasciato completamente immutata, come avevo sottolineato con il mio intervento».

07/09/2010 18.27