Finita l'era di Taraborrelli. Mascia cerca il sostituto per ora subentra Fabrizio Trisi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3019

PESCARA. Sarà l’architetto Fabrizio Trisi a ricoprire ad interim l’incarico di dirigente del settore Lavori Pubblici del Comune di Pescara.

Trisi prende così ufficialmente il posto, fino ad inizio estate, di Tino Bellafronte Taraborrelli, che l’amministrazione non ha potuto prorogare, secondo la versione fornita dal sindaco, in virtù dei nuovi limiti posti dalla legge Brunetta nella nomina di persone per intuitu personae negli Enti locali.

Trisi, già dirigente alla Mobilità, nei mesi scorsi era stato tirato in ballo dall'opposizione perchè firmò una fattura emessa da Taraborrelli-libero professionista (non dirigente) al Comune.

Niente di particolarmente trascendentale se non fosse che a firmare sarebbe dovuto essere il titolare dei Lavori Pubblici, e quindi Taraborrelli stesso.

Oggi a Trisi toccherà continuare il lavoro svolto dal suo collega o almeno tentare di non bloccare il lavoro fatto in attesa del sostituto ufficiale.

Taraborrelli, intanto, nei giorni scorsi è stato ascoltato in Procura a Pescara come persona informata sui fatti (non è indagato) nell'ambito di una inchiesta al vaglio della magistratura pescarese, presumibilmente quella relativa al cavo del Montenegro.

Già nelle scorse settimane gli inquirenti avevano acquisito alcuni documenti presso gli uffici comunali proprio sulla vicenda del cavodotto (Taraborrelli era «unico delegato dall’amministrazione ad esprimere parere vincolante») che tante polemiche ha suscitato.

Ma adesso inizia la nuova fase nell'attesa che l'amministrazione comunale attiverà tutte le procedure concorsuali necessarie per individuare il nuovo dirigente tecnico.

Mascia ha ringraziato pubblicamente l'ex dirigente «per il lavoro svolto sempre nello spirito di assoluta disponibilità e collaborazione con la macchina di governo. Per ricoprire la stessa carica avevamo tentato, lo scorso 28 dicembre, la strada della mobilità interna tra Enti, valutando tre istanze di tre ingegneri aquilani».

Il primo, proveniente dalla Provincia de L’Aquila però non si è presentato al colloquio con il Direttore Generale Ilari; il secondo, proveniente dal Comune de L’Aquila, non ha ottenuto il nulla osta dell’Ente di provenienza, dunque non ha potuto sostenere il colloquio; il terzo, proveniente dalla Comunità Montana Peligna, che aveva anche il nulla osta, a fine colloquio non è risultato idoneo.

Nelle prossime settimane il Comune si è impegnato ad avviare le procedure pubbliche di selezione.

E ieri mattina la scelta del tecnico provvisorio è ricaduta sul dirigente del Settore Grandi Infrastrutture ed Edilizia scolastica, ex Lavori pubblici, Trisi, dal 3 gennaio sino al 30 giugno con possibilità di rinnovo alla scadenza.

Sempre ieri è stata ufficializzata l’attribuzione dell’incarico di vicedirettore generale al dirigente Cosimo Macchiarola, già vicesegretario generale.

04/01/2011 9.59