Città Europea dello Sport 2012, Pescara se la batte con Firenze e Viterbo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2664

PESCARA. Saranno le città di Firenze e Viterbo a contendersi con Pescara il titolo di ‘Città Europea dello Sport 2012’.

I nomi delle due città-concorrenti sono emersi ieri in occasione della presentazione ufficiale delle candidature a Roma nel corso dell’Assemblea dell’Aces, l’Associazione delle Capitali Europee dello Sport.

«Già nei mesi scorsi – ha ricordato il sindaco Albore Mascia – abbiamo inviato all’Aces un faldone di 74 pagine nel quale abbiamo ‘raccontato’ Pescara dal punto di vista turistico, storico, ma soprattutto in cui abbiamo voluto dimostrare di corrispondere ai requisiti richiesti per ottenere il titolo di ‘Città Europea dello Sport’».

E' stato richiesto qual è il ruolo del volontariato nel mondo dello sport, il Piano di sviluppo per lo sport elaborato dal governo comunale e gli obiettivi da raggiungere, e poi il ruolo dello sport in città come Pescara. Il Comune ha presentato anche un planning dettagliato per i prossimi anni, partendo dagli eventi già in programma e gli investimenti che saranno effettuati entro il 2012. Nel corso del 2011 il capoluogo adriatico ospiterà l’Ironman European championship Triathlon, il Polo sulla spiaggia, il Beach Rugby, il Paddle, il Buddmington Racketon, il Beach Tennis e lo Sci Nautico, eventi già calendarizzati; nel 2012 avremo gli Assoluti di Nuoto, la Coppa Davis, i Campionati Italiani di Atletica, il Trofeo Matteotti e i Mondiali di Beach Volley.

A livello infrastrutturale sono previsti ulteriori investimenti fino al 2012 per circa 6 milioni di euro. Tra questi: la realizzazione della palestra per attività ludico motorie e per la disciplina della scherma, per 550mila euro; la costruzione della nuova palestra in via Salara Vecchia, 1milione di euro; la copertura dei campi del Circolo Tennis, 850mila euro; la realizzazione di impianti tecnologici presso il complesso sportivo degli ex Gesuiti, 470mila euro; la costruzione della palestra per attività ludico motorie e adeguamento delle strutture nei quartieri Castellamare e Colli, 200mila euro; adeguamento e ammodernamento dei campi sportivi da calcio, 400mila euro; la manutenzione straordinaria dei palazzetti e delle palestre, 750mila euro; interventi di adeguamento alle norme antisismiche in vari impianti sportivi, 950mila euro; la sistemazione dei campetti rionali, 550mila euro; opere alle quali si aggiunge la realizzazione dello Stadio del Mare già effettuata nel maggio 2010, con un investimento pari a 260mila euro.

 

07/09/2010 9.50