Riserva Dannunziana, forse riapre mercoledì

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1041

PESCARA. Potrebbe riaprire al pubblico mercoledì prossimo, 22 dicembre, la Riserva Naturale Dannunziana.

La chiusura è arrivata giovedì scorso, a scopo precauzionale in seguito alla forte nevicata che ha creato una situazione di rischio all’interno dell’area naturalistica, spezzando diversi rami secchi dei pini, rami rovinati sul percorso ciclopedonale o sulle aree dedicate allo jogging.

Ieri mattina l’impresa incaricata dal Comune è rientrata nell’area per la prima volta dopo quattro giorni, avviando le verifiche circa le condizioni di praticabilità della superficie e soprattutto effettuando le operazioni di rimozione dei rami a rischio, operazioni che proseguiranno anche nella giornata di oggi.

«Purtroppo la violenta ondata di maltempo della scorsa settimana – ha ricordato l’assessore Nicola Ricotta – ha creato evidenti disagi nelle aree verdi, costringendo l’amministrazione a disporre la chiusura al pubblico di tutti i parchi cittadini per garantire l’incolumità dei frequentatori, soprattutto i bambini. Villa de Riseis, Villa Sabucchi, il Parco Florida sino alla pineta dannunziana, ovunque abbiamo registrato rami di pini spezzati dal peso della neve, caduta in modo straordinario su tutta la città».

Già sabato alcune imprese incaricate dal Comune hanno effettuato opere di verifica, monitoraggio e bonifica all’interno dei parchi sparsi nelle varie zone del capoluogo adriatico che sono stati regolarmente riaperti al pubblico nella giornata domenica. Discorso diverso per la Riserva naturale dannunziana che ha richiesto maggiore attenzione da parte dell’amministrazione comunale: ieri mattina gli agronomi con un’impresa al seguito, hanno varcato i cancelli dell’area per cominciare a verificare le situazioni di criticità, avviando subito la bonifica dei rami di pino spezzati dalla neve, un’operazione che inevitabilmente richiederà più tempo per consentire di coprire a tappeto i 10 ettari di superficie e ripristinare, in ogni punto, la piena sicurezza e praticabilità.

21/12/2010 10.37