Nuova rete di piste ciclabili a Pescara, tra 30 giorni partono i lavori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2491

Nuova rete di piste ciclabili a Pescara, tra 30 giorni partono i lavori
PESCARA. Tra trenta giorni la consegna ufficiale dei lavori che dureranno complessivamente 120 giorni.

Il presidente Guerino Testa ha reso noto il nome della ditta che si è aggiudicata i lavori per la realizzazione di due nuovi tratti di pista ciclabile a Pescara che collegheranno, in una sorta di T, la direzione Tiburtina al lungomare nord e sud.

Si tratta della ditta Cocciante Tullio di Pescara che ha proposto un ribasso d’asta del 15,25 per cento.

Concluso l’iter amministrativo, tra 30 giorni ci sarà la consegna ufficiale dei lavori che avranno una durata complessiva di 120 giorni.

Il primo nuovo tratto del network di piste ciclabili che si andrà a realizzare congiungerà il lungomare Paolucci al ponte di ferro all’altezza della Pescarina; il secondo invece collegherà la zona industriale ovest alla Città della Musica fino al ponte dell’ospedale (ponte Capacchietti) per ricongiungersi con il tratto di pista già esistente. Si tratta di un percorso che valorizzerà il lungofiume in un tratto suggestivo sotto il profilo naturalistico e finora poco conosciuto. La caratteristica distintiva del primo tratto del network è costituita dalla nuova rampa che dal vecchio ponte della ferrovia, già ciclopedonale, passa sotto ponte D’Annunzio con un percorso sinuoso consentendo a pedoni e biciclette di attraversarlo evitando il contatto con il traffico veicolare.

Il progetto è nato dalla collaborazione tra la Provincia di Pescara e la Fater spa, che ha finanziato la pista intervenendo con una somma pari a 300mila euro.

«E’ un’opera che offre l’opportunità di vivere Pescara in modo nuovo e migliore per i cittadini – dichiara Testa –, che potranno raggiungere il centro in bicicletta, a costo zero, anche dalla zona della Tiburtina. Un percorso utile per la città e fruibile da parte dei cittadini, perché l’uso del network di piste ciclabili potrà contribuire a migliorare la qualità dell’aria e a liberare la zona metropolitana da una quota di traffico veicolare. È grazie alla sinergia tra pubblico e privato che la collettività potrà beneficiare di un intervento di mobilità sostenibile».

«Abbiamo voluto contribuire, insieme ai tecnici della Provincia e al presidente Testa, a massimizzare il contenuto di innovazione del progetto - dichiara Roberto Marinucci, direttore generale di Fater spa – il nuovo network di piste ciclabili sarà caratterizzato dall’uso di arredi urbani, forniti da Fater, e ottenuti riciclando pannolini Pampers, scarti di produzione. La rete di piste ciclabili risponde alla strategia della sostenibilità che Fater sta sviluppando a 360° in tutte le sue attività – continua Marinucci – e che ha portato, fra l’altro, a significativi vantaggi per la Valpescara in termini di riduzione delle emissioni grazie a progetti di logistica verde, a maggiore efficienza dei processi e al riciclo del 100% dei rifiuti industriali del nostro stabilimento. Nell’ultimo anno abbiamo ridotto le emissioni di Co2 di circa 7mila tonnellate, l’equivalente di aver piantato 10mila nuovi alberi. E’ il nostro modo, concreto, di essere cittadini di Pescara».

 14/12/2010 13.52