Canadair, 6 aziende in gara per il dopo Spadaccini

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4782

ROMA. Sono sei le imprese o associazioni di imprese, tra cui una non italiana, che si contenderanno l'appalto per la gestione e la manutenzione dei 19 Canadair della Protezione Civile.

ROMA. Sono sei le imprese o associazioni di imprese, tra cui una non italiana, che si contenderanno l'appalto per la gestione e la manutenzione dei 19 Canadair della Protezione Civile.

La gara è stata aperta dopo la rescissione del contratto con la Sorem (e la collegata San) da parte del Dipartimento.

Il bando è stato rapidissimo: pubblicato il 24 novembre è scaduto il 2 dicembre .

La gara europea d’«imperiosa urgenza» visto che la Protezione civile si trova sprovvista della compagnia, la Sorem di Spadaccini, che gestiva la flotta aerea per lo spegnimento degli incendi boschivi.

La Protezione civile, infatti, ha risolto il contratto con l’imprenditore arrestato per una maxievasione da 90 mln di euro a seguito di un’inchiesta della Procura di Pescara.

Secondo quanto si apprende, le imprese, tutte in possesso delle necessarie autorizzazioni aeronautiche, avranno tempo fino al 17 dicembre per formulare l'offerta in modo che prima di Natale possa essere fatta dal Dipartimento l'aggiudicazione provvisoria del servizio.

L'appalto, della durata di un anno, sarà aggiudicato sulla base del punteggio ottenuto delle imprese: un massimo di 60 punti sono previsti per l'offerta tecnico-operativa e un massimo di 40 per il ribasso del prezzo.

Oltre a dover reperire la grande mole di documentazione necessaria, a tutti i concorrenti (singole società o associazioni temporanee), nel bando, era richiesta una missione impossibile: trovare una banca che garantisse un fido di 15 mln di euro in una settimana.

Per poter siglare la convenzione con lo Stato da 50 mln di euro circa, gli operatori economici interessati all’affidamento devono avere «almeno 4 mesi di comprovata esperienza nell’attività di spegnimento incendi con aeromobili ad ala fissa tipo Canadair, di personale addetto alla manutenzione che abbia maturato, nel medesimo periodo e per lo stesso tempo sopra indicati, specifica e comprovata esperienza nella manutenzione dei Canadair e di personale addetto alla gestione tecnica, logistica, operativa ed amministrativa di una flotta aerea».

La gestione e la manutenzione dei Canadair della Protezione era affidata alla Sorem fino al 29 ottobre scorso, quando il Dipartimento ha risolto il contratto con l'azienda in seguito all'arresto del titolare Giuseppe Spadaccini, finito in carcere nell'ambito di un'operazione della Guardia di Finanza su un giro di evasione fiscale internazionale.

La società - con i piloti e i tecnici che non prendono stipendi da tre mesi - aveva infatti comunicato al Dipartimento «di non essere più in grado di garantire il rispetto delle norme contrattuali che prevedono il quotidiano schieramento di un determinato numero di mezzi aerei a seconda delle situazioni e della pericolosità collegata al rischio di incendi boschivi».

Situazione che, sottolineò la Protezione Civile, in ogni caso «non pregiudica la copertura dell'intero territorio nazionale da adeguate risorse aeree dello Stato specifiche per la lotta agli incendi boschivi».

14/12/2010 9.36

*L'INTERPELLANZA PARLAMENTARE PER FAR LUCE SULL'APPALTO 

*SI CERCA UNA NUOVA SOCIETA'

*SOPO LA SOREM ANCHE LA SAN RISCHIA DI CHIUDERE