Nidi d'infanzia Pescara, mercoledì arriva la graduatoria

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1353

PESCARA. Sono 64 le domande pervenute al Comune di Pescara per l’iscrizione di altrettanti bambini a cinque nidi d’infanzia comunali, sui sette esistenti.

Entro mercoledì prossimo, 15 dicembre, gli uffici comunali pubblicheranno la relativa graduatoria aggiornando la lista d’attesa che nel frattempo è stata sfoltita in seguito ad alcune disdette.

Per l’anno 2010 – ha ricordato l’assessore Cerolini - le domande di ammissione pervenute al Comune per entrare nelle sette strutture sono state 290 e, considerando che 98 posti dei 210 disponibili erano riservati ai bambini delle vecchie classi riammessi di diritto al nuovo anno, i posti per i nuovi ingressi si sono ridotti a 112, lasciano fuori 178 piccoli.

Già da giugno, ossia dalla pubblicazione delle graduatorie, ci sono state dieci rinunce da parte di altrettante famiglie che hanno optato per altre sistemazioni, consentendo un primo slittamento della graduatoria con l’assorbimento dei primi dieci non entrati e riducendo la lista d’attesa a 168 unità. Sette i nidi che hanno accolto i 210 piccoli ospiti, ossia La Conchiglia di via Vespucci, la Mimosa di via Benedetto Croce, il Gabbiano di via Cecco Angiolieri, il Bruco di via Rigopiano, L’Aquilone in via del Santuario, Raggio di Sole in via Colle Marino e Cipì in via Carlo Alberto dalla Chiesa, che nel corso dell’estate hanno subito piccoli interventi di manutenzione ordinaria.

Le strutture, che vedono anche la presenza di 5 bambini diversamente abili, con l’assunzione di una terza maestra di sostegno, in modo da non dover ridurre il numero degli ammessi – ha proseguito l’assessore Cerolini –, e di 13 nuovi operatori a tempo determinato, osservano l’orario pieno dalle 7.30 alle 17.

Nel frattempo le famiglie che, escluse dai nidi comunali, hanno deciso di iscrivere i propri bambini in strutture private autorizzate dal Comune, hanno potuto inoltrare la richiesta per usufruire del contributo garantito dall’Ente.

Per questo la somma a disposizione del Comune è stata incrementata grazie ai fondi assegnati dalla Regione Abruzzo, arrivando alla somma di 111mila 876,49 euro.

Il contributo viene erogato direttamente agli utenti sulla base del reddito Isee dichiarato e i nidi privati autorizzati, in accordo con l’amministrazione, applicano la retta di 369 euro per il tempo pieno (dalle 7.30 alle 17) e 296 euro per il tempo parziale (dalle 7.30 alle 13.30).

13/12/2010 9.54