Martedì mezza Pescara senz’acqua

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5279

PESCARA. Quindici ore senz’acqua, dalle 8 del mattino sino a mezzanotte, sulla parte nord-est della città di Pescara.

Il tutto per consentire la realizzazione di un bypass sulla condotta idrica DN 700 lungo il nuovo asse stradale in via di costruzione tra via Caravaggio e via Da Vinci. E’ l’intervento previsto per martedì prossimo, 14 dicembre, promosso dal Comune di Pescara e che verrà effettuato dall’Aca.

Si è svolto l’ultimo sopralluogo tecnico nell’area per concordare l’esecuzione degli scavi. Il cantiere per la realizzazione del nuovo asse viario di collegamento tra via Caravaggio, via Ferrari e via dell’Emigrante procede.

 I lavori sono stati consegnati lo scorso 11 gennaio alla ditta che si è aggiudicata l’appalto, la Colanzi Costruzioni Srl di Casoli di Chieti.

Il progetto prevede la realizzazione dell’asse di collegamento via Caravaggio-via Ferrari con una strada a due corsie di marcia, con relativi marciapiedi laterali, il rifacimento della rete della pubblica illuminazione e la rete per lo smaltimento delle acque bianche metoriche; nel secondo tratto via Caravaggio-via dell’Emigrante si prevede invece la realizzazione di un senso unico di marcia, con un marciapiede sul lato monte, il rifacimento dei sottoservizi, la demolizione delle opere di contenimento a ridosso delle ferrovie e della mura in cemento armato.

«Inoltre – ha ricordato l’assessore D’Ercole – sono previsti anche una prima rotatoria all’incrocio tra via del Santuario e via Leonardo Da Vinci, una seconda rotatoria tra via Da Vinci e il sottopasso ferroviario. Complessivamente l’importo dei lavori ammonta a 1milione 639mila 545 euro, come previsto anche nell’atto di convenzione stipulato un anno fa tra il Comune di Pescara e la Regione Abruzzo».

L’Aca ha già ufficializzato che, nella migliore delle ipotesi, si dovranno chiudere tutte le diramazioni situate tra il serbatoio Gesuiti e la rotonda di corso Vittorio Emanuele, incrocio con via Buonarroti.

Se tale dispositivo sarà sufficiente, ossia se non si creeranno cospicui rientri di acqua dalla rete, tali da permettere lo svolgimento delle operazioni di taglio e saldatura in sicurezza, si registrerà una carenza idrica per la durata dei lavori, per circa 15-18 ore nella zona compresa tra viale della Riviera, via Leopoldo Muzii, via Caravaggio e il confine con Montesilvano.

11/12/2010 16.11