Sanitopoli, Del Turco e gli altri rinviati a giudizio. Processo inizia il 15 aprile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8452

Sanitopoli, Del Turco e gli altri rinviati a giudizio. Processo inizia il 15 aprile
ABRUZZO. Stralciate le posizioni dell'avvocato Anello, di Giancarlo Masciarelli, Pace e Trozzi. La competenza territoriale resta a Pescara.

Dopo la chiusura delle indagini e l’incidente probatorio di Vincenzo Angelini quello di oggi è un altro giorno importante per il processo su presunte tangenti nella sanità in Abruzzo.
Oggi, infatti, il giudice per l’udienza preliminare, Angelo Zaccagnini, dovrà decidere quali degli indagati dovrà mandare a giudizio e affronteranno il dibattimento. Tra gli indagati l’ex governatore della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, il suo braccio destro Lamberto Quarta ma anche consiglieri regionali, dirigenti regionali, il parlamentare di Forza Italia, Sabatino Aracu, lo stesso grande accusatore Vincenzo Angelini ex patron di Villa Pini ed altri.

Oggi, dunque, con un’ordinanza che dispone il giudizio il gup potrebbe stilare la lista di quegli imputati per i quali ritiene vi siano sufficienti prove ed indizi per discutere sul merito nel processo.

Alcuni degli imputati però hanno chiesto riti alternativi, come Giancarlo Masciarelli che ha chiesto di patteggiare la pena di tre anni e quattro mesi per questo procedimento e l’altro denominato “Bomba” che risale al 2006 sui fondi Docup elargiti a parenti e amici dalla Fira, la finanziaria regionale, allora capeggiata proprio da Masciarelli.

L’ex governatore di centrodestra, Giovanni Pace, il genero Vincenzo Trozzi hanno invece chiesto il rito abbreviato. Su questi due ultimi aspetti quando deciderà il giudice?

L’incertezza regna, mentre si fanno le ipotesi più disparate. Il codice di procedura penale in materia è chiaro e tassativo: se il gup dovesse disporre il giudizio poi diventerebbe incompatibile per decidere per gli altri indagati che hanno scelto riti diversi.

Per questa ragione più di un avvocato per oggi attendeva la discussione e le decisioni (sentenze) sui riti alternativi.

L’orientamento più accreditato, invece, pare sia quello di emettere un provvedimento unico con il quale il gup dispone il rinvio a giudizio e contestualmente stralci le posizioni degli indagati che vogliono altri riti. In questo modo ci sarà il tempo per chiedere il parere dell’altro gup del processo Fira (Filippo Bortone) sul patteggiamento cumulativo di Masciarelli ed in una udienza successiva si terranno i riti abbreviati.

Se non ci saranno colpi di scena, nello stesso decreto il gup Zaccagnini rigetterà tutte le istanze presentate da alcuni difensori circa la incompetenza territoriale. Nel caso invece ritenga vi sia incompetenza del giudice di Pescara dovrà emettere sentenza e motivarne la decisione.

Intanto nei prossimi giorni il Riesame dell’Aquila dovrà pronunciarsi nuovamente sul rigetto dei sequestri impugnati da Del Turco per il quale la Cassazione ha rinviato per mancanza di motivazione. Si tratterebbe di un errore formale che ha caratterizzato il provvedimento di rigetto che nella parte che riguarda l’ex presidente della Regione non reca la motivazione. Non dunque una nuova decisione ma un provvedimento formalmente perfetto da emanare.

29/11/2010 9.10

DECISIONE ATTESA PER LE 18

Si è ritirato in Camera di Consiglio poco fa il gup del tribunale di Pescara, Angelo Zaccagnini. La decisione e' prevista per oggi pomeriggio alle 18. Non si esclude, però, la possibilità che slitti a domani mattina. Il gup si pronuncerà, come annunciato, sulla richiesta di rinvio a giudizio a carico dell'ex presidente della Regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, e degli altri imputati e anche sulla questione della competenza territoriale. Questa mattina l'udienza si è aperta con le dichiarazioni spontanee dell'ex manager della Asl di Chieti, Luigi Conga, che si è dichiarato innocente.

29/11/10 11.17

LA LUNGA ATTESA

Con mezz'ora di ritardo rispetto a quanto previsto, alle 18,30 è iniziata l'udienza e il giudice Zaccagnini che da circa 45 minuti sta leggendo il dispositivo.

Secondo le prime indiscrezioni non confermate il gup avrebbe deciso che la competenza territoriale resta a Pescara.

Attesa a minuti la notizia più importante della giornata, quella sui rinvii a giudizio dell'ex presidente della Regione Ottaviano Del Turco.

29/11/10 19.28

I RINVIATI A GIUDIZIO

Il gup Zaccagnini ha deciso per il rinvio a giudizio dell'ex presidente della giunta Ottaviano Del Turco e il suo braccio destro Lamberto Quarta e gli altri principali indagati. Il giudice ha ritenuto che vi siano elementi sufficienti per far partire il dibattimento che inizierà il prossimo 15 aprile. Sono state invece stralciate le posizioni degli indagati che hanno chiesto i riti alternativi. Tra questi l'avvocato Anello, Masciarelli, Pace e Trozzi. Il gip si è pronunciato anche sulla competenza territoriale che, come avevamo preannunciato, resterà a Pescara. 

29/11/10 19.43

IL DISPOSITIVO DEL GIUDICE

Il giudice rigetta le eccezioni di incompetenza relative al territorio. (Per questo il processo resterà a Pescara, ndr). Inoltre il gup ha dichiarato l’incompetenza del tribunale di Pescara relativamente ad alcune imputazioni degli indagati Gianfranco Martini e Vito Domenici che saranno giudicati a Chieti per il reato di falso. Lo stesso Domenici tuttavia sarà giudicato a Sulmona perche il reato è stato commesso a Pratola Peligna per il reato di concussione. Il gup ha poi stralciato le posizioni per il giudizio abbreviato di Anello, Pace e Trozzi e dispone la separazione (stralcio, ndr) dei procedimenti.

Stralcio del procedimento anche per Giordano Cerigioni e fissa l'udienza camerale per tutti al 10 gennaio 2011.Il giudice ordina la separazione anche per Giancarlo Mascirelli e la trasmissione degli atti di Sanitopoli al presidente del Tribunale che è anche il giudice del processo Fira. I due procedimenti andranno prima riuniti e poi sarà il giudice a decidere se accettare il patteggiamento chiesto da Masciarelli (3 anni e quattro mesi).

TUTTI I RINVIATI A GIUDIZIO

Il giudice dispone il rinvio a giudizio per i seguenti indagati:

Pierluigi Cosenza, Vincenzo Angelini, Luigi Conga, Vito Domenici, Walter Russo, Luciano Di Odoardo, Antonio Boschetti, Marco Penna, Angelo Bucciarelli, Domenica Pacifico, Silvio Cirone, Paride Vittorio, Giacomo Obletter, Gianluca Zelli, Bernardo Mazzocca, Lamberto Quarta, Camillo Cesarone, Ottaviano Del Turco, Francesco Di Stanislao, Mario Romano, Sabatino Aracu, Gianfranco Martini, Mario Tortora, Sandro Pasquali, Giampiero Di Cesare, Paolo Gribaudi, Fabio De Concilio, Villa pini srl

Per la comparizione, udienza 15 aprile 2011 ore 9 a Pescara

29/11/10 20.23

 

TUTTO SULL'INCHIESTA SANITOPOLI

TUTTI I CAPI DI IMPUTAZIONE
LE ACCUSE A DEL TURCO 
L'AIUTO DI PINO MAURO PER ARRIVARE AL PROCURATORE AMICARELLI 
 MASCIARELLI CONTE DI CAVOUR, ERA LUI IL VERO ASSESSORE ALLA SANITA' 
TUTTI I PAGAMENTI DI ANGELINI  
ANGELINI:«HO SEMPRE PAGATO A DESTRA E A SINISTRA» 
VILLA PINI, «SOLDI SPARITI TRA VIAGGI E AUTO DI LUSSO»  VILLA PINI TUTTE LE IRREGOLARITA' DEI RICOVERI 
PAOLINI: «DELIBERE AGGIUSTATE». SULLA DEUTSCHE BANK:«NON C'ERA URGENZA» 
CARTOLARIZZAZIONE/1 
CARTOLARIZZAZIONE/2 
LA SPARIZIONE DEL VERBALE DAL WEB 
IL VERBALE SPARITO, ANGELINI:«LO USAVANO PER RICATTARMI» 
LA PROCURA:«ECCO PERCHE' ANGELINI E' ATTENDIBILE»  
LA BELLA VITA DI ZELLI: VIAGGI IN LIMOUSINE E ROLEX DA 90 MILA EURO 
 ANGELINI:"HO SEMPRE PAGATO A DESTRA E SINISTRA" 

TUTTI GLI INDAGATI 
PRIMA CARTOLARIZZAZIONE: IL METODO PER LUCRARE SOLDI PUBBLICI 
BOSCHETTI: QUANDO L'INCOERENZA DIVENTA UN PROBLEMA

GLI ALTRI ARTICOLI SULLO SCANDALO DELLA SANITA'