Droga tra Pescara, Milano e Modena: 18 arresti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4871

PESCARA. Dalle prime ore del giorno i carabinieri della compagnia di Montesilvano stanno eseguendo un'operazione antidroga, denominata "Quadrifoglio", nelle province di Pescara, Milano e Modena.

Insieme a perquisizioni e sequestri stanno notificando 18 misure cautelari. I destinatari sono italiani e magrebini, di cui quattro oggetto di misura cautelare in carcere, dieci agli arresti domiciliari e quattro da sottoporre all'obbligo di dimora. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Pescara, su richiesta del pm, alla luce delle indagini svolte dai militari del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Montesilvano, guidata dal capitano Enzo Marinelli. Le indagini sono state effettuate tra ottobre 2008 e giugno 2009, per lo piu' a Montesilvano, e hanno interessato anche il resto della provincia di Pescara, nonche' i territori di Milano e Modena, dove vivono gli indagati. Al centro dell'operazione ci sono due gruppi di persone, distinti tra loro, composti da italiani e magrebini, i primi impegnati nello spaccio di cocaina e i secondi al traffico di hashish. Oltre ai reati legati alla droga si contesta, in un caso, il favoreggiamento personale.

Maggiori dettagli saranno resi noti in mattinata.

29/11/2010 8.24

SEQUESTRATI 2 CHILI DI HASHISH E 500 GRAMMI DI COCAINA

Nel corso delle indagini gli inquirenti sono riusciti a sequestrare 2 chili di hascisc e 500 grammi di cocaina e sono state 10 le persone arrestate in flagranza di reato. Come spiegato questa mattina dal capitano Marinelli erano due i canali principali di rifornimento. Uno si trovava al Nord Italia e veniva gestito e coordinato da due uomini di nazionalità magrebina, entrambi finiti in manette.

Era da lì che la droga partiva con destinazione Abruzzo. Nella città adriatica c'era poi il mercato locale gestito da note famiglie stanziali di etnia rom, con numerosi precedenti. Una decina di pusher riuscivano poi a smistare lo stupefacente in tutta la provincia. 

I provvedimenti sono stati emessi dal Gip Luca De Ninis su richiesta del pm Gennaro Varone. Gli arrestati al momento - con varie misure cautelari - sono: i marocchini Tahi Nabil, 37enne, Elamjad Amine, 32enne, Chbani Jaouad, 25enne, Noussair Ahmed, 35enne, Zerouali Omar, 41enne, Chbani Hicham, 27enne; eppoi Giovina Bevilaqua 45enne, Serena Surricchio, 32enne, Giovina Spinelli 30enne, Ida Guarnieri, 25enne, Marco Anzellotti, 36enne, Giuseppe Di Marco, 52enne, Alexandridis Katharina, 34enne, Roberto Scarpone, 39enne e Marco Alcini, 34 anni. Complessivamente, nel corso dell'indagine, sono stati sequestrati circa 4 chili di hashish e 500 grammi di cocaina.

29/11/2010 8.24