Di Marco (Pd): «Provincia taglia i fondi per l’istituto Spaventa»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1816

CITTA' SANT'ANGELO. Senza aver interpellato il sindaco, Gabriele Florindi, né tantomeno il Consiglio comunale, la Provincia avrebbe azzerato i fondi destinati all’ampliamento dell’istituto Spaventa.

 

 

E' questa la denuncia del consigliere provinciale in quota Pd, Antonio Di Marco.

«La scuola», ricorda l'esponente della minoranza, «da tre anni, sta letteralmente esplodendo e occorrevano urgentemente lavori, del valore di 500mila euro, che l’ente aveva già stanziato». Proprio quella somma avrebbero permesso ai tantissimi ragazzi che frequentano la scuola di vivere in condizioni più decorose il luogo della cultura e della formazione per eccellenza.

Ma durante la Commissione bilancio, quei 500mila euro destinati allo Spaventa sono stati traslati per lavori di completamento di alcune aule al Michetti, 400mila euro, e per lavori di manutenzione straordinaria al liceo scientifico Da Vinci, 100mila euro, spiega Di Marco che ha votato contro il provvedimento come i consiglieri Sborgia, Gennari e Tocco.

«Mi chiedo», domanda il consigliere del Pd, «che fine abbiano fatto i 46 interessi comuni di cui parla il presidente Testa e perché un istituto come lo Spaventa, vero fiore all’occhiello della provincia di Pescara, debba essere così fortemente penalizzato. Viene il dubbio che, a volte, gli interessi personali superino quelli “comuni”».

Di Marco sottolinea, infatti, il fatto che in Consiglio non ci sia nessuno a rappresentare Città Sant’Angelo, eccetto l’assessore Ruggeri, e teme che proprio questo 'vuoto' stia penalizzando fortemente uno dei Comuni più popolosi e vasti della provincia.

«Una realtà così importante quale Città Sant’Angelo», continua il consigliere provinciale, «non può essere messa in un angolo e quindi mi appello alla sensibilità di Testa affinché intervenga per assicurare agli studenti dello Spaventa lo stesso trattamento di tutti studenti della provincia».

 22/11/2010 16.52

RAPPOSELLI E TESTA:«NESSUN AZZERAMENTO DI FONDI PER L’ISTITUTO SPAVENTA»

«Il consigliere Di Marco non è informato. Sarebbe stato sufficiente leggere la delibera esaminata e votata dallo stesso Di Marco in commissione per capire che non sono stati affatto cancellati i fondi per la scuola di Città Sant’Angelo, ma l’intervento è stato semplicemente spostato al 2011, che comincia tra due mesi, come da Piano Triennale». Il presidente della Provincia, Guerino Testa, e il vice presidente, Fabrizio Rapposelli, rispondono così alla polemica sollevata dal consigliere del Pd. «I 500 mila euro in questione – spiegano - sono stati destinati al completamento degli interventi in corso al liceo Da Vinci e all’istituto Michetti e il motivo è presto detto. Si tratta di lavori effettuati nell’ambito del Piano di dimensionamento degli istituti scolastici e comunque il Codice degli Appalti impone di ultimare prioritariamente le opere in corso prima di intraprendere lavori di nuova costruzione, come quello programmato allo Spaventa. Abbiamo ritenuto opportuno, quindi, unitamente a tutta la giunta e con l’assenso dell’assessore Roberto Ruggieri, differire l’intervento a Città Sant’Angelo, tanto più che i 500mila euro in questione rappresentano solo una prima tranche e l’investimento complessivo dovrà essere ben più consistente (per un totale di 3,5 milioni di euro)».

24/11/2010 17.24