Donna aggredita nel centro di Pescara, in manette il marito

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2405

PESCARA. Una triste storia di violenza domestica: marito aggredisce la moglie in pieno centro cittadino.

 

Ieri sera gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti su Corso Vittorio Emanuele di Pescara, vicino a Piazza Della Repubblica, perché alcuni cittadini avevano segnalato una donna a terra, con il volto sanguinante. Nel prestare i primi soccorsi, gli agenti hanno appreso dalla persona ferita, di nazionalità ucraina, ma con regolare permesso di soggiorno e di professione collaboratrice domestica, che poco prima era stata brutalmente picchiata dal marito.

L'uomo, anche lui ucraino, disoccupato, è stato rintracciato nelle immediate vicinanze, completamente ubriaco. L’uomo non ha fornito alcuna giustificazione ed anzi, sotto l’effetto dell’alcol, in presenza dei poliziotti, ha continuato ad infierire verbalmente, contro la moglie. La donna, portata subito da un’ambulanza, al Pronto Soccorso cittadino, è stata medicata per una frattura pluriframmentaria delle ossa nasali, con una prognosi di giorni 21 a domicilio ma, nella giornata odierna, deve essere sottoposta ad altri esami.

La vittima di quest’ultimo episodio di violenze nell’ambito familiare, ha riferito ai poliziotti intervenuti, che da molti anni subisce le angherie ed i soprusi del marito, questi però denunciati, per paura di ritorsioni, una sola volta.

La denuncia sarebbe stato poi ritirata a seguito delle promesse del coniuge che non avrebbe messo più in atto comportamenti violenti.

Ieri sera, dopo avere cenato in un ristorante della zona, l’uomo, ubriaco, senza alcun motivo, l’ha insultata e, all’improvviso, colpita al naso con un pugno, sferrato con una forza tale da farla stramazzare a terra. Questa notte, al termine dei primi accertamenti, l’uomo è stato tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni dolose gravi.

Questa mattina sarà accompagnato davanti al giudice per la convalida del provvedimento. Solo qualche settimana fa un'altra donna, in pieno centro cittadino, era stata vittima della violenza di un uomo, in quel caso uno sconosciuto che era stato redarguito dalla giovane perchè stava facendo pipì per strada.

La vittima è stata aggredita con calci e pugni e solo l'intervento dei carabinieri ha permesso che non accadesse nulla di più grave.

22/11/2010 14.02