Rubate 120 bici destinate a poveri dell'Africa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1566

SPOLTORE. Circa 120 biciclette usate destinate al Burundi e al Ruanda sono state rubate in un magazzino della Provincia a Santa Teresa di Spoltore.

Il presidente dell'associazione "Aiutiamoli a vivere", Tusio De Iuliis, dopo averne raccolte circa 250 si stava occupando della spedizione. Ieri mattina l’amara sorpresa: oltre un centinaio di biciclette sono state portate via da ignoti. «Mai avremmo immaginato», commenta amareggiato De Iuliis, «che delle biciclette usate destinate all’Africa sarebbero state rubare, ancora meno avremmo mai pensato che potevano attirare l’
attenzione di male intenzionati. Oltre al valore relativo delle biciclette, c’è il danno economico che l’associazione ha avuto per i costi di trasporto da Gemona a Spoltore, trasporto che avevamo effettuato attraverso la Ditta Colarossi. C’è la fatica di tanti volontari, di tanta gente, così come c’è il sogno di persone meravigliose che vedevano già quelle biciclette andare veloci sugli sterrati rossi dell’Africa».
Il vero danno però, spiega De Iuliis, è stato ed è quello che la bicicletta in Africa è un mezzo di trasporto straordinario: «poter aiutare tanta gente per portare i loro raccolti al mercato o fare lunghi tratti di strada, diversamente possibile solo a piedi nudi, sarebbe stato un aiuto concreto e utile, ineguagliabile e di grande valore. Ci appelliamo a coloro i quali hanno rubato gli aiuti all’Africa a restituire quanto è stato tolto, ci dispiace e ci amareggia che ciò sia accaduto nella nostra città e nella nostra Regione».
«Un gesto ignobile», insiste il presidente dell'associazione, «e probabilmente la misura più veritiera di come la nostra società si sia degradata a tale punto da raggiungere livelli miserabili di squallore da avere il “coraggio” di rubare gli aiuti all’Africa, a gente mille volte più povera di loro ma che riescono a mostrare pur nella miseria nera, il sorriso e una grande dignità».

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Spoltore.  

19/11/2010 9.30