Consegnati i lavori per la ristrutturazione della Chiesa del paese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1835

 PIANELLA. La chiesa di Santa Maria Maggiore pronta per Natale?

E’ la sfida che mira a ripristinare, prima delle vacanze natalizie,  l’agibilità della chiesa danneggiata dal sisma del 6 aprile 2009.

«Un’opera che segna non solo la restituzione al culto della chiesa nella massima sicurezza, ma soprattutto il recupero della memoria storica di una comunità», ha dichiarato il sindaco di Pianella Giorgio D’Ambrosio questa mattina nel momento della consegna dei lavori di ristrutturazione della Chiesa di Santa Maria Maggiore alla ditta I.R. Edil di Giovanna Placidi di Pescara.

«Il ripristino dell’agibilità della Chiesa di Santa Maria Maggiore – ha proseguito  il sindaco D’Ambrosio – rappresenta un obiettivo importante, raggiunto grazie alla sinergia del Comune di Pianella, la Protezione Civile e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che hanno dato il loro contributo per la ristrutturazione della struttura. L’importo complessivo del progetto è di circa 160mila euro per gli interventi di sostegno alle mura perimetrali e il consolidamento della scala di accesso al campanile e dell’edificio. Un ringraziamento di cuore va a padre Giuseppe per la sua grande disponibilità e agli operatori della Protezione Civile senza i quali non avremmo potuto conquistare tale traguardo».

Il progetto di restauro della Chiesa di Santa Maria Maggiore è stato redatto dall’architetto Nicola Benedetto, mentre il responsabile dei lavori è Augusto Ciciotti. La conclusione delle opere è prevista per il mese di dicembre, poco prima delle festività natalizie.

Il terremoto del 6 aprile 2009 aveva causato gravi danni nelle chiese di Pianella. Dopo la riapertura della Chiesa di San Domenico avvenuta lo scorso aprile, «ci auguriamo – ha proseguito il sindaco D’Ambrosio – che riusciremo al più presto a restituire al culto anche la chiesa di Sant’Antonio, situata proprio all’ingresso di piazza Garibaldi, dopo l’arco, dove si erano verificate lesioni nella cupola e gravi cedimenti delle pareti interne. E’ volontà dell’amministrazione comunale – ha concluso il sindaco D’Ambrosio - porre in essere tutte le iniziative per garantire la rapida esecuzione dei lavori di ristrutturazione degli edifici di culto, proprio tenendo conto delle esigenze della cittadinanza che ha il diritto di poter pregare nella massima sicurezza».

09/11/2010 15.21