Lotto Zero, 5 milioni dall'Anas per il completamento dell'opera

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1367

TERAMO. Nuova linfa vitale per il lotto zero. Che sia la volta buona?

L'Anas stanzierà 5 milioni di euro per il completamento del secondo tratto del Lotto Zero.

Appna un mese fa il comitato di settore per i Beni Archeologici aveva dato il via libera all’eliminazione dell’interferenza della  strada romana con il tracciato del secondo tratto del Lotto Zero in località Cona.  L’autorizzazione al passaggio della superstrada prevede, così come richiesto dagli archeologi, la valorizzazione dei reperti antichi, quali la strada e il tempio romano.

Adesso arriva un'altra buona notizia per la tangenziale di Teramo, che dovrebbe così vedere la luce entro il 2011. Ma il consizionale è sempre d'obbligo per questa infrastruttura dalla storia infinita e complicata.

Ma i 5 milioni dell'Anas, infatti, fanno ben sperare. Il loro arrivo è stato assicurato dal sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, riferendo dell'incontro avuto venerdì a Roma, assieme al governatore Gianni Chiodi, con il presidente dell'Anas, Pietro Ciucci, il direttore generale Gavino Corazza e l'ad Alfredo Baio.

I fondi a disposizione per la realizzazione dell'arteria viaria, in corso da 25 anni, sono stati assorbiti tutti dal completamento del primo tratto che dovrebbe essere inaugurato entro la fine di dicembre. L'Anas si è impegnata anche a finanziare i lavori di riqualificazione degli scavi archeologici.

«Si tratta di un traguardo importante - ha commentato il sindaco - se si pensa che la città aspetta quest'opera diventata vitale per lo snellimento del traffico».

06/11/2010 11.20