Pianta organica Comune Pescara, 19 nuovi assunti entro fine anno

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4085

PESCARA. Scattano 19 assunzioni di nuovo personale all’interno del Comune di Pescara.

 

Entro il prossimo 31 dicembre l’amministrazione procederà con il reperimento di nuove risorse operative, necessarie per compensare almeno parzialmente le 35 unità lavorative che entro fine anno lasceranno il lavoro per la pensione.

«Inizialmente», ha annunciato l’assessore al Personale del Comune di Pescara Marcello Antonelli, «procederemo con lo scorrimento delle graduatorie esistenti e con la mobilità volontaria. Se non riuscissimo a individuare il personale necessario, procederemo con i concorsi, con l’obiettivo di restituire alla macchina amministrativa quella forza lavoro necessaria per il buon funzionamento dell’Ente».

Oggi il Comune si trova a dover far fronte a una serie di pensionamenti per raggiunti limiti di età da parte del personale in servizio: «30 i dipendenti che hanno già cessato la propria attività dal primo gennaio allo scorso primo ottobre 2010», ha spiegato l'assessore, «altri 5 lasceranno il proprio posto entro il prossimo 31 dicembre, una fuoriuscita che ci ha imposto una rimodulazione sia dell’entità che della tipologia professionale dei posti da coprire inseriti nel Piano occupazionale del 2010, ridefinendo la programmazione delle assunzioni a tempo indeterminato».

Tra l’altro la legge 133 del 2008 vieta, sino al 31 dicembre, di procedere ad assunzioni di personale per gli Enti nei quali l’incidenza delle spese per il personale è pari o superiore al 50 per cento delle spese correnti, un problema che non riguarda l’amministrazione comunale di Pescara, «dove la percentuale di incidenza della spesa per il personale è pari al 34,54 per cento».

Diciannove i nuovi dipendenti che entro fine anno dovranno entrare a far parte della macchina comunale secondo profili già definiti: si tratta di un Funzionario Amministrativo, categoria D3, che percepirà un compenso annuale pari a 26mila 366,31 euro; tre figure di Istruttore Amministrativo, categoria C, per un costo pari a 21mila 75,33 euro ciascuno (63mila 225,99 euro complessivi); 4 Istruttori Contabili, categoria C, per un compenso annuale pari a 21mila 75,33 euro ciascuno (84mila euro complessivi); 5 figure di Istruttore tecnico, categoria C, per un compenso annuale pari a 21mila 75,33 euro ciascuno (105mila 376,33 euro complessivi); 3 figure di istruttore di Vigilanza, ossia agenti di Polizia municipale, categoria C, per un compenso annuale di 21mila 75,33 euro ciascuno (63mila 225,99 euro totali); un educatore d’infanzia, categoria C, per un compenso annuale pari a 21mila 75,33 euro; infine un autista, categoria B3, compenso annuale 19mila 749,08 euro, e un operatore, categoria A, compenso annuale pari a 17mila 674,11 euro, con una spesa complessiva per l’Ente pari a 400mila 994,78 euro annuali.

«Per la copertura dei posti - ha puntualizzato l’assessore Antonelli –, come previsto dal Decreto 165 del 2001, ricorreremo a procedure di evidenza pubblica, prima mediante lo scorrimento delle graduatorie vigenti, per posti resisi vacanti per cessazione a qualsiasi titolo; per i posti di nuova istituzione procederemo con la mobilità volontaria da altri Enti, che probabilmente ci consentirà di esaurire le nostre necessità. In ultima analisi, se non dovessimo giungere alla copertura, attiveremo le procedure concorsuali. Solo per il posto di Operatore attingeremo agli iscritti delle liste di collocamento della legge 68 del 1999 sul diritto al lavoro dei diversamente abili. Ovviamente i piani occupazionali del 2011 e del 2012 saranno rimodulati successivamente, anche alla luce delle ultime novità legislative introdotte nel corso del 2010».

28/10/2010 9.17