Caso Lerza, amministrazione di Popoli difende i due esponenti Idv

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2424

POPOLI. «L'assessore Idv Lerza e il consigliere comunale Vincenzo Davide fanno parte a pieno titolo della maggioranza di governo»COMITATO TRASPARENZA E LEGALITA': «RESTANO INEVASI TEMI PRINCIPALI»

 

La dichiarazione ufficiale arriva da parte dell'amministrazione comunale dopo il polverone sul caso 'Lerza'.
Dal Comune sostengono, infatti, che «“qualcuno” che non appartiene al Consiglio Comunale, ha dato inizio ad un’azione davvero poco esaltante, che ha come obiettivo ultimo di dileggiare le forze politiche, ed i propri rappresentanti, con argomentazioni che si ammantano di trasparenza e legalità, ma che hanno fini ben meno nobili».

«L’ultimo bersaglio» sarebbe proprio l’assessore al Commercio Valdo Lerza, auto sospesosi dal partito dopo la polemica sulla cittadinanza onoraria data al capo della Protezione Civile Guido Bertolaso grazie anche al suo voto favorevole.

Sulla questione «la posizione di Lerza e Davide», dicono ancora da Palazzo di Città, «è stata, sin dall’inizio, manifestata in tutte le sedi con lealtà e correttezza, tanto che seppur hanno rappresentato da sempre la loro contrarietà per motivi squisitamente politici al conferimento di detta onorificenza, hanno contestualmente partecipato, per lodevole spirito di appartenenza all’amministrazione. Questo è quanto. Ed è con l’attuale composizione, di partiti e di uomini, che questa Amministrazione intende portare a termine il quinquennio amministrativo, preoccupandosi di continuare ad interessarsi e risolvere i problemi dei popolesi: terremoto, lavoro, sviluppo economico sociale e sicurezza. Questa è la nostra determinazione ferma e decisa».

Ultima stoccata alle polemiche di questi giorni: «le polemiche pretestuose e le elucubrazioni filosofiche, che nulla hanno mai portato e nulla portano al “carniere” della nostra comunità», dicono dall'amministrazione comunale, «le lasciamo ai novelli “personaggi in cerca d’autore” che pensano, senza titolo alcuno, di acquisire visibilità elettorale con metodi e linguaggi che noi tutti riproviamo».

13/10/2010 10.19

COMITATO TRASPARENZA E LEGALITA': «RESTANO INEVASI TEMI PRINCIPALI»

 «L'amministrazione fa capire come sia comodo, ora anche di più, un assessore così politicamente debole ed ostaggio della gestione di solo potere del Partito Ammnistrazione Popolese (P.A.P.)», replicano Natale e Borsetti del Comitato Trasparenza e Legalità.

Il comitato attacca le spese dell'amministrazione, «ultimo esempio il rifacimento dell'asfaltatura generale, senza riparazione della rete idrica sottostante, che costringerà a ripetere fra qualche anno l'operazione sottraendo alle nostre famiglie 5000 euro ciascuna».

« Il chiamarci "filosofi"», continuano i due, «non dovrebbe essere un offesa tanto più se opposta alla categoria loro dei  "faciloni" e "ingenui" dichiarati. Al di là di ciò restano inevasi i temi veri da noi posti e da cui sfuggono da 6 mesi. Temi di Partecipazione dei cittadini, della Trasparenza e della Legalità e del Controllo del loro operato. E' palese ora che non amino essere controllati, il che preoccupa..non pochi».

18/10/10 11.50

 

TUTTO SUL CASO LERZA