Antenne tv e radio, si contano i giorni per la ‘liberazione’ di San Silvestro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

23671

PESCARA. Il conto alla rovescia è ufficialmente cominciato: entro due settimane al massimo l’Autorità Garante per le Comunicazioni invierà alla Regione Abruzzo il nuovo Piano Nazionale di assegnazione delle Frequenze.


In quel piano San Silvestro è stato definitivamente escluso e sostituito con la piattaforma off shore. Il documento verrà inviato per conoscenza anche al Comune; da quel momento scatteranno i 30 giorni in cui la Regione potrebbe esprimere eventuali osservazioni, «che ovviamente non ci saranno», ha assicurato il sindaco Luigi Albore Mascia. A quel punto l’Agcom stessa ha ufficializzato che la palla passerà alla Regione che da un lato dovrà attivare le procedure per agevolare la delocalizzazione delle antenne televisive in mare, dall’altra dovrà redigere e approvare la legge regionale per la delocalizzazione anche delle antenne radiofoniche, che sono di competenza della Regione Abruzzo.
Attraverso il satellite i tecnici dell’Agcom hanno avuto modo di individuare la piattaforma prescelta, la Poseidonia, e hanno condotto un primo esame sulla possibile ed eventuale criticità rappresentata dalle onde elettromagnetiche a mare che sono inevitabilmente diverse da quelle a terra. E quell’esame ha consentito all’Agcom di accertare che la piattaforma si trova a 5 chilometri dalla costa, quindi è sufficientemente vicina per garantire un ottimo segnale, in alcuni casi anche migliore rispetto a quello proveniente da San Silvestro, e al tempo stesso è sufficientemente lontana dalla Croazia per consentire di evitare qualunque interferenza con le onde dell’altra sponda dell’Adriatico.
La competenza passerà alla Regione: il Piano infatti riguarda strettamente le emittenze televisive, mentre quelle radiofoniche sono chiaramente di competenza regionale, quindi la stessa Regione Abruzzo dovrà muoversi con la massima tempestività su due fronti. Da un lato dovrà predisporre e approvare la legge regionale per la delocalizzazione delle antenne delle emittenti radiofoniche, trasferimento ormai inevitabile visto che San Silvestro non è più sito idoneo, né fa più parte del Piano Nazionale di assegnazione delle frequenze, quindi nessun impianto potrà continuare a permanere in loco. Dall’altro lato la Regione dovrà anche attivare le procedure per il trasferimento delle antenne televisive in mare, attraverso l’acquisizione e la preparazione della piattaforma individuata e assumendo gli opportuni contatti con i broadcaster di tutte le emittenti interessate. Operazioni da concludere entro fine maggio prossimo.
«Nei prossimi giorni – ha ancora detto il sindaco Albore Mascia – invieremo nota alla Regione Abruzzo sollecitando l’apertura delle procedure che intendiamo seguire passo passo, anche attraverso i nostri consiglieri regionali, affinchè venga garantito il rigoroso rispetto della tempistica e di quanto stabilito, mantenendo sempre aperto il dialogo con l’Agcom per eventuali chiarimenti e supporti tecnici».

14/01/2012 11:29