Primarie centrosinistra Montesilvano, Di Girolamo (Sel): «servono persone nuove e pulite»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2053

I CANDIDATI/5. MONTESILVANO. Paolo Di Girolamo ha 49 anni e si occupa di Crediti come quadro direttivo di un importante gruppo bancario.

Lui, uomo scelto per rappresentare Sinistra Ecologia e Libertà, insieme ad altri 5 candidati, corre alle primarie del centrosinistra di domenica prossima. Di Girolamo  non ha mai fatto politica fino ad ora. «Sono sempre stato di sinistra», ammette, «ma non ho mai scelto di impegnarmi personalmente. Ora voglio farlo perchè Montesilvano merita un futuro diverso. Da anni la nostra città è malgovernata, e le note inchieste giudiziarie hanno svelato una situazione inaccettabile».

Per Di Girolamo occorre cambiare «con persone nuove e pulite che vogliono amministrare in modo trasparente e onesto. Per un vero cambiamento occorrono idee e programmi diversi, ma anche donne e uomini nuovi».
La sua idea è quella di amministrare la città «con la stessa cura che si riserva alla propria famiglia. In una famiglia quando qualcuno sta male, viene protetto e aiutato e così deve essere per la Comunità di Montesilvano il cui benessere deve essere coltivato partendo da chi vive una situazione di disagio economico, sociale, o sanitario».
Il suo lavoro in banca, ammette, lo porta ad avere rapporti in particolare con le piccole imprese commerciali e artigianali e «so quanto grave sia la situazione economica. Per questo ho messo al primo posto del mio programma la questione dell ' occupazione, soprattutto quella giovanile, e come aiutare l'economia cittadina a ripartire».
Il suo programma si fonda su «proposte semplici e realizzabili» perchè «non amo le chiacchiere inconcludenti». Sull’Urbanistica, uno dei temi più caldi in città, pensa di scoraggiare «l'edificazione selvaggia e scriteriata» ma incoraggiare «la bioedilizia e l'edilizia ecocompatibile, incoraggiare l'edificazione di opere di interesse pubblico che abbiano la capacità di favorire un effetto volano per l'economia cittadina, perseguire l'obiettivo della completa autonomia energetica degli edifici pubblici e premiare quei privati che adottino pratiche di risparmio energetico ad ogni livello». Per la mobilità, invece, ritiene «fondamentale» il completamento della variante che ha già parzialmente decongestionato il traffico viario di Santa Filomena. Sui rifiuti, invece, c’è la volontà di «promuovere e favorire ad ogni livello iniziative che consentano di sfruttare il ciclo virtuoso del rifiuto urbano e che creino addirittura ricchezza per i cittadini quali ad esempio gli impianti di compostaggio, le isole ecologiche, il potenziamento della raccolta differenziata attraverso la spinta della micro raccolta».

 11/01/2012 10:50