Scardinata la porta d’ingresso del Teatro Michetti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1701

PESCARA. Hanno scardinato la porta laterale di ingresso, in via Conte di Ruvo, rompendo le cerniere in basso del portone stesso.

Poi però, una volta penetrati all’interno del Teatro Michetti, qualcosa deve averli disturbati o non devono aver trovato nulla di loro interesse, tanto da andarsene senza lasciare altre tracce del loro passaggio. Ad accorgersi dell’atto vandalico sono stati i Carabinieri, durante un giro di perlustrazione del territorio, che intorno alle 21 hanno allertato la Polizia municipale che, con il Tenente colonnello Mario Fioretti, è subito giunta sul posto per verificare l’entità del danno e garantire una prima chiusura. Stamane sono stati gli operai del Comune, con il geometra Angelo Giuliante, a effettuare un nuovo sopralluogo e soprattutto a eseguire la riparazione definitiva del portone scardinato, garantendo di nuovo la chiusura del Teatro.

«Si tratta di un grave episodio mai verificatosi prima e sul quale occorrerà fare piena chiarezza», commenta il presidente della Commissione consiliare Lavori Pubblici Armando Foschi, «eventualmente anche potenziando i sistemi di sicurezza e di vigilanza del nostro patrimonio culturale».

In sostanza, come da verbale della Polizia municipale, il fatto si sarebbe verificato a inizio serata: qualcuno ha scardinato il portone di ingresso laterale al Teatro Michetti, una delle uscite di sicurezza posta in via Conte di Ruvo. Per penetrare all’interno della struttura hanno rotto la cerniera laterale in basso, quindi hanno aperto la porta. Ma una volta all’interno forse non hanno trovato nulla di interessante o hanno avuto paura di essere scoperti e sono andati via. La Polizia municipale, allertata dai militari, ha subito effettuato, già intorno alle 21, un sopralluogo all’interno del Teatro per verificare se ci fosse qualcuno, magari un clochard entrato per trascorrere la notte al riparo dal freddo, e una volta accertata l’assenza di estranei, hanno provveduto alla prima chiusura della porta. Nella mattinata odierna la Polizia municipale è tornata presso il Teatro con il geometra Giuliante e con gli operai del Comune, con i quali è stata eseguita una seconda ricognizione interna, per verificare ancora le condizioni interne e l’eventuale presenza di atti vandalici. E invece, ad eccezione della porta rotta, nei locali del teatro, nella hall di ingresso, come nella sala cinematografica e nei camerini, non c’era alcun segno di effrazione. «Non ci spieghiamo un simile gesto nei confronti di una struttura di tale rilevanza per il territorio», commenta stupito Foschi, «che non ha mai registrato in precedenza tali atti. Sul ‘caso’ andrà fatta piena chiarezza mentre, nel frattempo, sono già stati potenziati i pattugliamenti e i controlli nella zona».

30/12/2011 08:18