Investe vigili urbano al posto di blocco, agente in ospedale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1574

PESCARA. Dopo essere stato fermato da un maresciallo dei vigili, un quarantenne ha ingranato la marcia indietro e si è trascinato dietro pure il vigile.

Aveva fermato un’automobilista che marciava contromano in via Quarto dei Mille e per tutta risposta lo stesso automobilista, un uomo di circa 40 anni, prima si è fermato e ha aperto lo sportello rivolgendosi con toni duri all’agente della Polizia municipale, poi, dinanzi alla richiesta dei documenti per il verbale, ha ingranato la marcia indietro, trascinandosi dietro il vigile in servizio per circa 4 metri.

Da ormai un mese il maresciallo Troiano è stato assegnato al servizio di vigilanza specifica di piazza Santa Caterina, via Quarto dei Mille, via De Amicis e di Largo Scurti, dove i residenti e gli operatori commerciali, nel corso di un incontro svoltosi nella zona, hanno sollecitato l’attenzione dell’amministrazione comunale per contrastare gli schiamazzi derivanti dalla concentrazione elevata di esercizi extracomunitari, e riportare ordine nell’utilizzo del giardino della piazza stessa, perennemente occupato da clochard e senzatetto in stato di alterazione alcolica.

Il servizio di vigilanza è stato affidato al maresciallo Troiano che «ha riportato la tranquillità nel rione, sino all’episodio» di ieri, commenta il presidente della Commissione sicurezza Armando Foschi . In sostanza, poco dopo le 17, il maresciallo Troiano ha fermato in via Quarto dei Mille un’auto che procedeva contromano, ossia in direzione di marcia monti-mare, ma quando ha tentato di spiegare all’automobilista l’errore, lo stesso, secondo la ricostruzione effettuata dalle Forze dell’Ordine intervenute, ha aperto lo sportello della vettura, rivolgendosi con veemenza verso l’agente il quale, compresa la tensione dell’automobilista, lo ha invitato a mostrargli patente e libretto per la multa.

Il cittadino, per tutta risposta, senza neanche chiudere lo sportello si è rimesso in moto ingranando all’improvviso la marcia indietro, buttando a terra e trascinandosi dietro per 4 metri lo stesso maresciallo Troiano che aveva la mano sull’auto.

Sul posto sono subito intervenute altre due pattuglie della Polizia municipale e una volante della Polizia stradale che ha effettuato i rilievi, mentre un’autoambulanza ha trasportato in ospedale il maresciallo dove è rimasto fino a tarda sera per gli accertamenti. Dalle prime indagini diagnostiche è emersa già la frattura del pollice della mano destra e la contusione del fianco e dell’anca su cui è caduto, mentre l’automobilista, identificato, è stato denunciato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

21/12/2011 07:50