Pescara, Ferri Electronics incontra sindacato: «posti di lavoro al sicuro»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2450

PESCARA. Sono tornati a casa con il cuore in pace i rappresentanti dei lavoratori dell’azienda Ferri Electronics dopo l’incontro in Provincia.

Un meeting fortemente voluto dal sindacato Ugl e favorevolmente accolta dall’assessore provinciale al Lavoro e Formazione Professionale Antonio Martorella. Presenti  negli uffici dell’assessorato al Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Pescara, i delegati della ditta Ferri, rappresentata da Annamaria Cannati del responsabile del personale dell’azienda, Leo D’Attanasio, una rappresentanza dei lavoratori Rsa Ugl (Antonello Di Tonto e Raffaele Cavallucci) e il segretario regionale Ugl terziario, Luigi Castiglione.

Durante l’incontro si è parlato della cessione di affitto di un ramo d’azienda della ditta Ferri Electronics srl alla ditta Andreoli spa e delle eventuali ricadute occupazionali.

Anche se  l’azienda cederà in affitto singoli rami costituiti da tutti i punti vendita (compresi quelli di prossima apertura) situati nel territorio delle regione Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata, i lavoratori non avranno nulla da temere assicura Ferri, «perché tutti i contratti di lavoro del personale in forza presso i singoli punti vendita verranno ceduti, nella procedura di fitto, alla società Andreoli spa, che subentrerà».

Anche i dipendenti non interessati al passaggio aziendale saranno tutelati con l’eventuale utilizzo di ammortizzatori sociali.

Nulla da temere neppure per le sorti dei dipendenti del punto vendita Ferri presso Auchan, attualmente chiuso. In previsione della nuova apertura a Pescara in via Tiburtina, verranno impiegati gli stessi lavoratori del punto vendita soppresso.

«Siamo riusciti  ad arrivare ad un verbale di incontro», ha dichiarato soddisfatto Martorella al margine dell’incontro, « che fa luce sulla situazione attuale della Ferri Electronics e rassicura i lavoratori. Ci aggiorneremo entro gennaio 2012  per valutare la situazione aziendale di quel momento».

17/12/2011 15:01