Arrestati due bulgari: clonavano carte di credito e bancomat

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2159

PESCARA. Due bulgari di 40 e 56 anni, Galabov Georgi Ivanov e Iliya Statev, sono stati arrestati dal personale della Polizia postale e delle comunicazioni di Pescara perche' ritenuti responsabili di clonazione di carte di credito.

 

Ai due e' stato sequestrato tutto il materiale utile per la clonazione, tra pc, componentistica, cellulari e anche una carta-punti del supermercato con i codici di una carta di credito clonata. I bulgari sono stati fermati al Monte dei Paschi di Siena di Santa Filomena, tra Pescara e Montesilvano, proprio mentre andavano a prelevare uno skimmer, cioe' un apparecchio per clonare le carte che avevano applicato al bancomat.

«Con questo caso si e' avuta la conferma», ha detto il comandante della Polizia Postale, Pasquale Sorgonà, «che le nuove tecnologie utilizzate sono sempre piu' piccole e quindi facilmente camuffabili e il materiale plastico usato e' molto leggero».

 La Polpost si e' attivata dopo aver saputo del sequestro di due skimmer da parte dei carabinieri e della polizia, tra Pescara e Montesilvano, per cui gli uomini diretti da Sorgona' hanno rintracciato lo skimmer del Monte dei Paschi e atteso che i banditi andassero a ritirarlo. Alla vista della polizia uno dei due ha brandito un coltello e l'altro si e' lanciato a forte velocità sull'asse attrezzato ma e' stato rintracciato nel giro di qualche minuto.
   I due erano ospiti di un connazionale all'oscuro di tutto, erano da poco arrivati con un traghetto da Igoumenitsa e avevano gia' i biglietti per tornare indietro, partendo da Ancona. Viaggiavano su una vecchia Saab e hanno dichiarato di non aver posizionato altri skimmer. Considerato che l'apparecchiatura illegale e' stata sequestrata dalla polizia le clonazioni non sono andate a buon fine.

 

08/10/2010 13.10