I vigili rimuovono 25 auto da via dei Bastioni: i residenti protestano:«cartelli raffazzonati»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4284

CARTELLO ALBERO

CARTELLO ALBERO

PESCARA. Non è la prima volta e ce da scommetterci non sarà l’ultima. Ma ad incappare nella rimozione forzata sono spesso i residenti che hanno il vizio di parcheggiare nei dintorni delle loro abitazioni.

Così accade che nei “raid” dei vigili urbani in via dei Bastioni vi siano residenti che possono vantare di aver subito la rimozione anche per tre volte. Ma questa volta non contestano la mancanza di parcheggi (che pure è un problema irrisolto) o l’eccessivo traffico o l’aria malsana.

CARTELLO ALBEROIl problema (anche questo non nuovo) è la metodologia di sanzionare gli automobilisti. Già ieri molte delle multe sono state contestate formalmente ed è possibile che ne nascano contenziosi lunghi e di sicuro superflui. «I cartelli di divieto di sosta presenti non sono assolutamente visibili», sostengono alcuni automobilisti colpiti dai provvedimenti, «alcuni sono nascosti dalle piante, sono piccoli e scritti a mano e su di un pannello. Spesso i cartelli che sono mobili sono girati dalla parte opposta rispetto a chi dovrebbe vederli. Molti sono di carta e scritti con il pennarello ed è facile che si possano scolorire con la pioggia». Alcuni non porterebbero nemmeno i timbri necessari di convalida.

«I cartelli di ieri in via dei Bastioni parlavano di divieto di sosta dell’8 ottobre e non del 7», racconta un’altra CARTELLO ALBEROautomobilista multata, «e le segnalazioni non ci sono in tutti gli incroci. Non so se è una cosa corretta per esempio nascondere cartelli in luoghi poco visibili o dietro le fronde degli alberi».

L’altro problema che fa infuriare i residenti è quello del pochissimo preavviso con il quale spuntano fuori i divieti. Chi commette l’errore di lasciare parcheggiata regolarmente l’auto per più giorni poi rischia di non trovarla più perché nel frattempo è scattato il divieto e pure la rimozione.

Cartelli mobili con le stesse modalità, ieri, anche in piazza Garibaldi che si prepara alla festa del patrono.

Si prevedono nuove rimozioni e contestazioni.

08/10/2010 8.45

CARTELLO ALBEROC