Trovato un cadavere nel lungofiume Pescara. Parenti si erano rivolti a ‘Chi l’ha visto?’

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3862

PESCARA. Due ore per recuperare il cadavere di una donna, questa mattina nel fiume di Pescara all’altezza della questura.

Poi poco dopo la scoperta: si tratta del cadavere di Donatella Masciantonio, 58 anni, ferroviera in pensione. La donna viveva a Pescara con il marito, mentre l'unica figlia abita in provincia di Milano. Nei giorni scorsi la famiglia aveva lanciato anche un appello alla trasmissione televisiva ‘Chi l’ha visto?’ di Federica Sciarelli e non avevano nascosto il timore che fosse accaduto qualcosa di brutto. La donna usciva di casa solo per fare delle commissioni e nessuno ha pensato ad una fuga volontaria o ad una sparizione premetitata. Mercoledì scorso Donatella era stata con il marito a casa del fratello. Avevano trascorso il pomeriggio tutti insieme davanti al camino a chiacchierare. Dopo cena lei ha voluto rientrare a Pescara. Il mattino seguente è uscita verso le 11 per recarsi nell’ufficio postale di via monte Faito a pagare le bollette. Un vicino di casa l’avrebbe vista. Poi di lei non si è saputo più nulla. Secondo la segnalazione dei parenti la donna aveva con sé la carta d’identità, la patente e la tessera ferroviaria e al momento del recupero del corpo gli agenti hanno trovato effettivamente anche la borsa con i documenti. La donna secondo il racconto dei familiari soffriva di depressione per cui si ritiene che possa essersi suicidata.

 30/11/2011 14:15