Giovane di Spoltore uccisa a coltellate per una rapina nel suo appartamento di Harlem

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3131

Giovane di Spoltore uccisa a coltellate per una rapina nel suo appartamento di Harlem
NEW YORK. Si possono solo fare ipotesi sulla atroce morte della ragazza di Spoltore assassinata in un appartamento di Harlem a New York.

Il cadavere di Rita Morelli, 36 anni, da cinque negli Stati Uniti, e' stato trovato mercoledi' sera dal fidanzato nell'appartamento che i due condividevano al numero 205 della 120° strada nella parte est del quartiere newyorkese. La donna, originaria di Spoltore, e' stata prima strangolata e poi accoltellata al petto e al collo. I corpo è stato trovato dopo diverse ore in un lago di sangue con ferite visibili al petto dove sarebbe stata colpita più volte con un oggetto molto affilato mentre sul collo erano visibili segni di strangolamento.

La polizia ha interrogato i vicini di casa ed il fidanzato per capire che cosa possa essere successo e chi possa aver avuto interesse ad ammazzarla.  Non è chiaro ancora se dall’appartamento siano spariti preziosi o altri oggetti anche se l’ipotesi più accreditata sembra essere quella della rapina. Tuttavia per le modalità sembra strano che presunti rapinatori possano bussare alla porta o decidere di fare una incursione in uno stabile comunque pieno di altri inquilini. Harlem da anni ormai non è più sede di criminalità ed è un quartiere povero ma dignitoso della Grande Mela.

Secondo Dnainfo.com, una testata locale, qualche ora prima i vicini l'avevano vista in compagnia di un uomo nella veranda dell'appartamento di fronte. «Sembrava calma, ma quello non era il suo ragazzo», ha riferito agli investigatori Lee Stefanis, che la conosceva ed aveva incrociato i due uscendo dall'edificio.

 

La ragazza, secondo una vicina che vive al piano di sopra quello della donna assassinata, l'ha poi vista rientrare in casa: «L'ultima cosa che mi ha detto e' stata 'Copriti, fa proprio freddo!'», ha raccontato, ma non ha saputo spiegare come l'assassino possa essere entrato nell'edificio: «Probabilmente, si e' limitato a citofonare».

 Rita Morelli studiava al College Hunter e con il compagno lavorava in un ristorante italiano.

Secondo il New York Post invece si sarebbe in attesa degli esami autoptici sul cadavere della ragazza mentre il fidanzato sarebbe stato interrogato per diverse ore e poi rilasciato e non sarebbe considerato sospettato. Si cerca ancora l’arma del delitto e la polizia non ha un movente. Insomma buoi pesto.

Rita è descritta dai vicini come una ragazza che non lesinava sorrisi che salutava sempre anche se andava di fretta ed era impegnata.

 26/11/2011 14:38