Stalking e rapina, due arresti a Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1547

MONTESILVANO. Due arresti sono stati effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Montesilvano per il reato di stalking e rapina.

Il primo episodio è riconducibile a V.P. 41enne di Pescara per il reato di stalking , violazione di domicilio, lesioni, minacce, ingiurie, violenza privata e danneggiamento effettuato dai Carabinieri di Loreto Aprutino. L’uomo nel corso degli ultimi sei mesi, a causa della rottura della sua relazione sentimentale durata tre anni con una donna 31enne di Loreto Aprutino, ha iniziato a minacciarla prima telefonicamente e con sms per tentare di riprendere la relazione e dopo, visto il rifiuto, ha cominciato ad essere sempre più violento. Addirittura in un’occasione, nel mese di agosto, in spiaggia a Silvi Marina, secondo quanto emerge dalla ricostruzione dei militari, V.P. ha raggiunto la donna e dopo averle danneggiato il cellulare le ha spento la sigaretta sulla spalla. In altre occasioni le ha danneggiato la serratura usando la colla per impedirle l’accesso, dopo un inseguimento, le ha tagliato la strada e l’ha costretta a fermarsi rompendole poi lo specchietto dell’autovettura. Di recente è anche entrato contro la volontà della donna, nella sua abitazione e l’ha picchiata provocandole delle lesioni. Nel frattempo ha continuato incessantemente a perseguitarla con telefonate minacciose ed ingiuriose.

La donna, giunta all’esasperazione, ha iniziato a presentare delle denunce ai Carabinieri di Loreto che dopo aver svolto degli accertamenti che hanno confermato le versioni della vittima, hanno rappresentato i fatti al pm Gennaro Varone. Il gip Gianlusa Sarandrea ha disposto quindi l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, eseguita questa mattina. Pertanto dopo la notifica del provvedimento, l’uomo è stato accompagnato presso la propria abitazione di Pescara.

Il secondo episodio è avvenuto ieri sera, intorno alle 20 quando V.D.S. 40enne di Montesilvano, si è recato presso il supermercato di via Adige. Dopo aver prelevato delle bottiglie di liquore e cosmetici, occultandoli sotto il giubbotto, si è recato alle casse dove ha pagato solo una bottiglia di birra. Qui, il direttore dell’esercizio gli ha chiesto di seguirlo in ufficio, ma per tutta risposta l’uomo lo ha spintonato tentando la fuga. Ne è nata una colluttazione, che si è conclusa con l’immediato intervento della pattuglia del Radiomobile dei Carabinieri che hanno proceduto all’arresto di V.D.S. per rapina e lesioni. Stamattina si terrà il processo per direttissima. Il direttore del supermercato ha riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.

 24/11/2011 12:58