Pallavolo. Pranzo indigesto per la Sieco Service Ortona. Castellana vince

Ora 2 gare in casa con Vibo e Sora

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

17

Pallavolo. Pranzo indigesto per la Sieco Service Ortona. Castellana vince

CASTELLANA. Per la quarta giornata di campionato,“pranzo” domenicale in compagnia della Sieco Service e della Materdomini.
Gara interessante e accompagnata dal calore dei tifosi di casa e dai “Dragoni” arrivati a Castellana in mattinata.
Minuto di raccoglimento toccante per la strage di Parigi, con l'inno francese di sottofondo.
Tornando alla gara, i locali scendono in campo con Pedron in regia e opposto Tamburo, schiacciatori Tartaglione e Bonetti, al centro Giosa/ Scopelliti , libero Nero.
Per Ortona capitan Lanci al palleggio e opposto Paoletti, Borgogno/Fiore gli schiacciatori, centrali Simoni e Guidone, libero Cortina.

Parte concentrata la Sieco che mette da subito la testa avanti sul 3-6. Bonetti suona la carica e Castellana si avvicina sino al -2. ( 8-10)
Giosa accende gli animi pugliesi, ace per lui e Materdomini ad una sola lunghezza (13-14).
Ora si gioca punto a punto. Bonetti sfrutta bene le mani del muro ortonese, che fino ad ora è stato impeccabile. (17-19) 
Per la cronaca...Fiore molto ispirato nella sua terra!
Sul 19-22 Fanizza ferma il gioco. Tamburo con stile sfodera un grande ace sulla linea e sul 21-23 tocca a coach Lanci parlare con i suoi.
Primo set vinto, con ace di capitan Lanci, 22-25.

Si rientra in campo nel segno di Borgogno, parziale sul 3-3. Errori in campo Castellana, forse troppi, tanto da costringere la panchina locale a chiamare timeout.
Scopelliti su Paoletti segna di nuovo la parità sul 7-7.
Pedron rompe gli indugi, con una grande palla di prima segna il 10-9. ( primo vantaggio dei locali )
Tamburo ferma Borgogno e 13-11 al PalaGrotte. Ora i pugliesi si sentono fiduciosi e precisi a muro. 18-14 con una Sieco costretta ad inseguire.
Impavida vuota e senza grinta cerca di recuperare il set ma Giosa regala la palla che vale oro (25-18).

Via al “terzo”con una Castellana rinata. Vantaggio casalingo sul 6-4.
Impavida è la squadra ortonese che “rompe”il periodo buio e torna avanti sul 7-8. Guidone accompagna Ortona al tecnico. ( 9-12)
Nervi tesi in casa Impavida e Materdomini avanti 17-16. Cambio con Di Meo al posto di Borgogno.
Solo cuore ora in campo ortonese. Risultato ribaltato...18-19.
Ancora parità sul 20-20 e ora è battaglia vera.
Gli abruzzesi non passano più e Castellana vince 25-22.

4-2 con un Di Meo a trascinare la baracca e a cercare nei suoi la giusta reazione. La confusione porta gli ortonesi a ben tre falli di rotazione. 
Fiore ristabilisce la parità sul 7-7. Si spegne di nuovo la luce in casa Ortona ma Fiore non ci sta, segnando ben due ace e dal 11-9, ancora parità (11-11).
Bonetti attacca out e di nuovo match in equilibrio. (13-13) E' ancora il Di Meo a giocare con la testa sulle mani del muro e a segnare il 14-16.
Materdomini ringhia, Sieco no. Risultato mutato con i ragazzi di coach Fanizza avanti 19-16.
Un nuovo fallo di formazione fischiato contro l'Impavida. Adesso è veramente dura. (22-17)
La gara va in direzione della squadra di casa che chiude così 25-18.

Ora bisogna tornare in palestra con la voglia di guardare avanti e preparare le due gare casalinghe al Palazzetto dello Sport prima contro Sora e poi contro Vibo.

Arbitri: Stancati Walter (Cosenza) e De Simeis Giuseppe (Lecce)

Sieco in tv: La gara sarà trasmessa in differita su Rete8 Sport mercoledì 18 novembre alle ore 15.15 e alle ore 23.30.


MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE – SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA 3-1 (22-25/25-18/25-22/25-18)


MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Bulfon n.e, Ratano L, Gargiulo n.e, Latorre n.e, Nero L, Scopelliti 6, Primavera n.e., De Serio n.e., Tartaglione 12, Tamburo 18, Pedron 4, Bonetti 15, Giosa 8, Ntotila n.e.
Allenatore Fanizza

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA: Fiore 18, Simoni 5, Guidone 5, Matricardi n.e, Sesto n.e, Cortina L, Toscani L, Di Meo 4, Lanci 1, Paoletti 14,Borgogno 9,Maiorana n.e., Orsini n.e.
Alleantore Lanci