IL FATTO

Stop alla vendita del nuovo cd Roger Waters, «ha copiato le opere di Emilio Isgrò»

Giudice: «copertina copia cancellature».

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

275

Stop alla vendita del nuovo cd Roger Waters, «ha copiato le opere di Emilio Isgrò»

 

MILANO.  Stop alla vendita in Italia, sia nei negozi che online, dell'ultimo disco da solista dell'ormai ex leader dei Pink Floyd, Roger Waters. La decisione sorprendente è stata presa dal Tribunale di Milano che ha ravvisato, infatti, un'ipotesi di plagio nella copertina, nel libretto interno, nelle etichette sia del cd che del vinile, ma anche nel merchandising correlato, delle celebri 'cancellature' dell'artista concettuale siciliano Emilio Isgrò, quasi coetaneo con i suoi 79 anni del fondatore 73enne della storica band inglese. La Sezione specializzata in materia di impresa con il giudice Silvia Giani ha, dunque, ordinato con un decreto urgente alla Sony, che distribuisce in Italia il disco 'Is This the Life We Really Want?', prodotto dalla Columbia Records, di bloccare da subito, almeno fino all'udienza di merito fissata per il 27 giugno, la commercializzazione dell'album per violazione del diritto di autore. "Quello che si è verificato è un plagio palese delle mie opere - ha commentato Isgrò - in particolare delle opere esaminate dal Tribunale (tra cui 'Cancellatura' e 'Il Cristo Cancellatore' del '64, ndr). Detto questo, e al di là di questo - ha aggiunto il pittore - Roger Waters è un artista che ammiro, e che mi piace molto. E magari, un giorno, avremo anche occasione di incontrarci". Mentre Sony Italia ha fatto sapere che non intende rilasciare dichiarazioni sul procedimento, fino al primo pomeriggio di oggi il cd, uscito due settimane fa, era comunque ancora in vendita nei grandi store del centro di Milano, oltre che sulle piattaforme online. "Sì ho sentito qualcosa, ma qui da noi si può acquistare, nessuno ci ha informato ufficialmente del divieto di vendita", diceva stamani una responsabile di un negozio a due passi dal Duomo. E ciò in attesa, probabilmente, che la comunicazione del provvedimento della magistratura arrivi a tutti i rivenditori. A quel punto, chi avrà già comprato l'album potrebbe avere in mano un pezzo da collezione. I legali di Isgrò, gli avvocati Salvatore Trifirò e Francesco Autelitano, dal canto loro, potrebbero puntare anche chiedere il blocco delle vendite in altri Paesi.

Per ora attendono l'udienza di fine mese nella quale Sony (e forse anche Columbia Records) dovrà cercare di convincere il Tribunale a non confermare la decisione presa in via cautelare. Lo stesso giudice, ad ogni modo, fa presente a Sony nel provvedimento la possibilità di una "composizione bonaria", che potrebbe significare andare a riconoscere economicamente quei diritti d'autore che sarebbero stati violati.