DIRETTA STREAMING

20 marzo 2015 l’eclissi di Sole: meglio vederla sul web

Ecco dove sarà visibile e come vederla senza rischi. Pronti dalle 9.20

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5639

20 marzo 2015 l’eclissi di Sole: meglio vederla sul web

Gli orari (da L'Internazionale)




ROMA. Venerdì 20 marzo sarà il giorno dell'eclissi di sole e tutta l'Europa è in attesa.
La Luna si troverà tra Sole e Terra e coprirà quindi il disco solare. L’eclissi inizierà alle 9:20 (ora italiana) e proseguirà fino alle 11:50; raggiungerà il suo massimo intorno alle 10:30-10:40. Sarà visibile in tutta Italia, ma sarà parziale.
Questo vuol dire che al nord il Sole risulterà coperto al 70% mentre al sud al 50%. L’eclissi sarà invece totale nell’estremo nord dell’Europa ovvero nell’arcipelago danese delle Far Oer e quello norvegese delle Svalbard. La Nasa ha pubblicato una mappa interattiva che fornisce tutti i dati sull'eclissi per ogni località.

La mappa, che sfrutta le API di Google Maps, permette di conoscere l'orario di inizio e l'orario di fine del fenomeno: bisogna portare il puntatore del mouse sulla propria zona e leggere le informazioni che compariranno nella finestra.
Stessa funzione anche sul sito Time and Date sarà possibile scoprire facilmente dove e quando ci sarà l'eclissi. Grazie all'analisi dell'indirizzo Ip il portale mostrerà in maniera automatica una tabella con l'orario previsto per il “passaggio” dell'eclissi sopra la propria città.
E l’evento sarà visibile anche in diretta streaming qui



LA PROSSIMA ECLISSI
Insomma in qualunque modo si scelga di vederla forse vale la pena non perderla anche perché la prossima eclissi solare visibile dall’Italia, ma solo nelle estreme regioni meridionali e con copertura quasi irrilevante, sarà il 21 giugno 2020. Andrà un po’ meglio il 25 ottobre 2022, ma anche in quel caso l’oscuramento non raggiungerà i livelli del prossimo 20 marzo.
La prossima eclissi totale in Europa (Italia compresa) avverrà invece nel 2081

AVVERTIMENTI
Per chi scegli di mettere da parte la tecnologia e alzare la testa al cielo gli esperti consigliano: mai guardare il Sole a occhio nudo e nemmeno con occhiali da sole, che non sono assolutamente sufficienti per proteggersi.
Così come è pericoloso guardarla direttamente con binocoli o telescopi: può causare danni permanenti alla vista, anche se il Sole è parzialmente oscurato. Evitate anche i filtri fatti in casa che non assicurano una adeguata protezione. Per seguire il fenomeno in sicurezza, meglio indossare gli occhialetti certificati per le eclissi, che si possono acquistare a pochi euro nei negozi di ottica o su siti internet specializzati.
Le conseguenze possono essere limitazioni alla vista, alla capacità di leggere o di riconoscere distintamente ciò si guarda, ma anche un’immagine “impressa”, come un alone, che può rimanere anche per tutta la vita.
Un'alternativa sono gli occhiali da saldatore con indice di protezione 14 o dei filtri solari da applicare al telescopio. Resta l’incognita maltempo che potrebbe rovinare lo spettacolo: il meteo prevede brutto tempo al nord, variabile al centro e sereno al sud.
Per evitare sbalzi nella produzione di elettricità, Terna ha deciso a ogni buon conto di staccare per 24 ore tutti gli impianti eolici e fotovoltaici da almeno 100 KW.