LA NOTIZIA

Venezuela: libero Di Fabio, italo-venezuelano arrestato a inizio mese

Notizia arriva durante manifestazione per "abbracciare" il Paese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2098

Venezuela: libero Di Fabio,  italo-venezuelano arrestato a inizio mese

Giuseppe Di Fabio



VENEZUELA.  E' libero l'italo-venezuelano consigliere comunale di Maneiro, Giuseppe Di Fabio, arrestato lo scorso 3 febbraio nell'Isola di Margarita con l'accusa di associazione a delinquere, istigazione alla violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Lo ha fatto sapere la sua famiglia al consigliere regionale abruzzese Riccardo Chiavaroli che sul caso aveva rivolto un appello, quattro giorni fa all'allora ministro degli Esteri Emma Bonino, poiché dell'uomo, originario di Corvara (Pescara), non si avevano più notizie.
 La notizia è arrivata mentre Chiavaroli partecipava, nel centro di Pescara, alla manifestazione pacifica "S.O.S. Venezuela", organizzata in diverse città italiane per sostenere e appoggiare il popolo venezuelano «che in questi giorni si trova ad affrontare una delle peggiori crisi degli ultimi anni».
 Oltre 400 le persone in piazza della Rinascita. Sono circa cinquemila le famiglie che in Abruzzo hanno legami con il Venezuela, per avervi trascorso parte della loro vita o perché hanno parenti ancora lì residenti. Con striscioni e un documento distribuito ai passanti i manifestanti hanno chiesto «la liberazione di tutti gli studenti arrestati e torturati» e di «tutti i prigionieri politici», nonché «libertà di stampa e di pensiero senza restrizioni» poiché «i canali nazionali non hanno trasmesso niente di quanto stava succedendo».
Negli ultimi giorni il presidente venezuelano ha minacciato di espellere dal paese i giornalisti del canale internazionale Cnn proprio perché starebbero raccontando la rivolta dei giovani e dei partiti di opposizione.
Sono 7 i morti solo negli ultimi 10 giorni a seguito delle manifestazioni contro quello che viene definito a tutti gli effetti un regime totalitario.