MONDO

Elio Di Rupo nudo in tv, scandalo in Belgio

Il premier, originario dell’Abruzzo, fa discutere

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3410

Elio Di Rupo nudo in tv, scandalo in Belgio




BELGIO. «E’ una cosa indecente». «E’ un documentario rispettoso».
Sono le due versioni contrastanti che in queste ore stanno spaccando il Belgio. Al centro Elio Di Rupo, il premier di origine abruzzese protagonista di un documentario che andrà in onda dalla tv Vier.
Ma ancor prima della messa in onda è stato diffuso un fotogramma che ha creato scalpore: il premier che di spalle si cambia una camicia e lascia intravedere la schiena nuda.
Il giornalista che ha realizzato il video di 10 minuti ha seguito il primo ministro per oltre un anno e la scena sarebbe stata girata il 21 luglio, dopo una cerimonia e prima di un incontro.
La politica locale si interroga: «perché il primo ministro ha bisogno di mettersi a nudo per far parlare di sé? Qual è il messaggio politico?»
I giornali non risparmiano critiche: è «Un affare di stato!» per Het Laatste Nieuws ; «Di Rupo si spoglia in tv», titola Le Soir, mentre De Standaard si dice «Scioccato».
Mr papillon (noto per il farfallino che indossa immancabilmente), antifascista convinto, gay dichiarato ed odiato dalle destre e dagli indipendentisti delle Fiandre (la parte Nord del Paese) è originario di San Valentino in Abruzzo Citeriore da dove nel '46 partirono i suoi genitori, e dove tuttora a volte trascorre l’estate. 

Ultimo di sette figli, e di una famiglia contadina, Di Rupo è rimasto orfano di padre all'età di un anno. La madre, non riuscendo a dare sostentamento a tutta la prole, fu costretta a spedire tre dei suoi fratelli in un orfanotrofio. Un’ infanzia quella di Elio Di Rupo, che ha segnato profondamente il suo rapporto con la terra natale, l’Abruzzo. E’ stato lui stesso a dichiararlo: «quando mio padre è morto è come se si fosse reciso il contatto con la mia terra d’origine. Mia madre è rimasta in Belgio ed ha tirato su me e i miei fratelli. Ho ricevuto una educazione belga. E, a differenza di altri italiani che sono migrati da adulti ed hanno potuto sperimentare entrambe le culture, io ho esperienza solo di questa»
Nel 2011, unico candidato, ha ottenuto il 96,7% dei consensi dei militanti chiamati ad esprimersi in Vallonia.
Anche in passato ha fatto parlare di sé come quando nel 2002 è arrivato a rischiare l'incidente diplomatico con l'Italia, per aver bloccato il gemellaggio tra il comune di Frameries della Vallonia e San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia.