TRUFFE ON LINE

Truffa free-download, «ignorate richiesta di pagamenti»

Nuova trovata in internet per spillare soldi agli utenti

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2537

Truffa free-download, «ignorate richiesta di pagamenti»
ROMA. Chi riceve ingiunzioni o solleciti di pagamento per un presunto abbonamento a servizi internet da 'Italia-Programmi.net' devd assolutamente ignorare le richieste.

Poi deve segnalare la vicenda alla procura di Roma, che ha aperto un fascicolo. E' l'invito che gli 007 del Nucleo speciale frodi telematiche della Guardia di Finanza rivolgono alle decine di migliaia di cittadini che in questi mesi hanno ricevuto e continuano a ricevere mail o lettere tradizionali dalla fantomatica società. Italia-Programmi.net prometteva su Internet il download gratuito di software: in realtà, nascondendo bene gli 'avvisi', chiedeva un abbonamento di 96 euro per il primo anno.
Nonostante le sanzioni dell'Antitrust e le indagini di diverse procure, la società - dicono i finanzieri del Gat - sta continuando ad inviare messaggi, solleciti di pagamento e comunicazioni in cui afferma di aver intrapreso le vie legali e di aver dato mandato ad una struttura specializzata nel recupero crediti.
Sulla vicenda la procura di Roma ha aperto un fascicolo in cui sono confluite già 500 denunce.
Ma chi c'é dietro alla Italia-Programmi.net? Secondo i finanzieri un intreccio di società (di cui la misteriosa Estesa Ltd. è forse la principale entità), un conto corrente cipriota e un sessantacinquenne ungherese che avrebbe il ruolo di regista della truffa. Sulla vicenda stanno comunque collaborando con l'Italia doversi paesi, tra cui Austria, Germania, Grecia, Cipro, Seychelles e Usa.